“Non sarà facile andare oltre Ivan il terribile: quest’ultimo Perisic interista è un gregario che si applica, un soldato in ogni centimetro di campo e in ogni secondo di partita. In pratica, ciò che nessuno avrebbe mai immaginato, ma il croato bizzoso di un tempo non esiste più”. Apre così l’articolo de La Gazzetta dello Sport in merito all’eventualità, al momento piuttosto concreta, che Ivan Perisic lasci l’Inter a parametro zero a fine anno, con Wolfsburg e Dortmund pronte a riportarlo in Germania.

L’Inter sta valutando diversi profili per il post-Perisic ma il maggiore indiziato è Filip Kostic: “L’Inter sta già iniziando a fare qualcosa di sinistra: Perisic andrà via in scadenza e il post-Ivan nasce già nelle chiacchierate con Alessandro Lucci, agente che alla Pinetina è di casa. Nella sua scuderia già 4 nerazzurri, Vecino-Kolarov più i due ultimi arrivati d’estate Dzeko-Correa, ma si lavora per farne arrivare presto un quinto. Filip Kostic, mancino della Serbia e dell’Eintracht Francoforte, ha da poco affidato la procura proprio a Lucci anche perché sogna di venire ad abitare in Italia: ha un contratto che scade nel 2023 e per questo 29enne i nerazzurri sono pronti a spingersi fino a 10 milioni con triennale da 2,5 più bonus”, aggiunge La Gazzetta dello Sport che indica come l’intesa sia vicina e che si possa chiudere a gennaio qualora partisse un centrocampista (Vecino in uscita).

L’alternativa a Kostic si chiama Ramy Bensebaini, 25enne del Borussia Monchengladbach, ma la valutazione si alza nonostante un contratto in scadenza nel 2023. Sul giocatore algerino ci sono anche big d’Europa come il Bayern Monaco ma c’è anche la concorrenza italiana della Roma. Un profilo che piace, ma Kostic è la priorità.

FONTEfcinter1908.it