Il Pagellone | Stagione 2012 -2013

  • 7HandanovicSenza il suo fondamentale apporto, le sconfitte e i gol subiti potevano essere molti di più. Gli errori si contano sulle dita di un mano, delle parate miracolose si è perso il conto. SARACINESCA
  • 5RanocchiaStagione deludente del centrale italiano. Spesso in difficoltà con attaccanti veloci che lo saltano con facilità anche sui palloni alti non giganteggia. Nei finali delle partite da recuperare si spinge in avanti, ma è più dannoso che utile.PIANTATO
  • 5Juan JesusDopo un inizio di stagione promettente, crolla in modo verticale. In campo è disordinato, falloso, inconcludente e va in difficoltà non appena la partita si mette male. SFASATO
  • 3SilvestreLa sua stagione “fantozziana” inizia alla seconda giornata e non si ferma più. Da quel giorno perde il posto da titolare e ogni volta che viene chiamato in causa combina un disastro.CATASTROFICO
  • 4ChivuIl suo rinnovo, voluto espressamente da Stramaccioni, si rivela inutile. Quando gioca si rende protagonista di errori di valutazione e di impostazione che sono la causa di gol subiti e palle perse a volontà. Per fortuna era spesso infortunato. PESO MORTO
  • 6SamuelQuando Mister Stramaccioni ad inizio stagione passa alla difesa a 3, è il giocatore più solido e si dimostra il vero collante dell’intero reparto. Purtroppo l’età rimane un fattore condizionante e, complici anche gli infortuni, il suo apporto va progressivamente calando: finisce anche lui nel marasma generale. ACCIACCATO
  • 4,5PereiraLe sue prestazioni, salvo rare eccezioni, sono diventate un marchio di fabbrica: tanta confusione sulla fascia sinistra, nullo in fase di attacco, dannoso nella fase difensiva. I 12 milioni spesi, una pazzia, sono un segnale che l’allenatore non è l’unico colpevole (vero Marco Branca?) di una stagione fallimentare.PIPPEIRA
  • 5,5NagatomoStagione tribolata per il giapponese, condizionata da numerosi infortuni. Nelle partite nelle quali ha giocato si è dimostrato efficace in attacco, ma molto deficitario nella fase difensiva, dove più volte è andato in difficoltà creando grattacapi all’intero reparto.AVVENTATO
  • 6,5ZanettiSempre uno dei migliori in campo, sempre l’ultimo a mollare. In una parola il “CAPITANO”. Negli occhi dei tifosi, purtroppo, rimarrà la smorfia di dolore in quel pomeriggio maledetto del Barbera. Solo un infortunio così grave poteva far alzare bandiera bianca al vero leader della squadra. La speranza è rivederlo correre su quella fascia come un eterno ragazzino. CONDOTTIERO
  • 5GarganoTanta corsa, ma allo stesso tempo tanti errori in fase di impostazione e tanti interventi scomposti. Il suo compito non era chiaramente quello di creare gioco, ma certi errori in Serie A non sono comunque giustificabili. Sarà uno dei tanti dilemmi del mercato: riscattarlo o non riscattarlo?CONFUSIONARIO
  • 5CambiassoScordiamoci il giocatore meraviglioso del triplete. Solo in pochissime occasioni si è dimostrato a quei livelli. Ha praticamente sofferto in tutto il campionato, non aiutato di certo da Mister Stramaccioni, che gli ha cambiato più di una volta ruolo arretrandolo anche come difensore centrale in una rattoppata difesa a 3.ARRUGGINITO
  • 4KuzmanovicAcquisto inutile di Gennaio. Non ha dato nessun apporto alla causa risultando puntualmente sempre uno dei peggiori in campo. Ma il progetto giovani decantato a inizio stagione? Non sarebbe stato meglio puntare su Benassi?FANTASMA
  • 5,5GuarinStraripante ad inizio stagione, con l’apice raggiunto allo Juventus Stadium, si è rivelato disastroso in tutto il 2013, crollando insieme a tutta la squadra. Nel momento del bisogno si è dimostrato indisponente ed egoista, cercando sempre la giocata solitaria fine a se stessa. Ma è proprio dal Guarin dei primi tre mesi dal quale l’Inter deve ripartire.INCOSTANTE
  • 4SchelottoUomo di fascia voluto a tutti i costi da Mister Stramaccioni, si è dimostrato non solo inadeguato a giocare in una grande squadra, ma anche solo calcare i campi di Serie A. I suoi errori con la palla al piede sono da giocatore di seconda categoria e anche la sua dote in teoria migliore, la velocità, non si è mai praticamente vista. Il gol nel derby, l’unico spunto della sua stagione, lo salva dall’essere etichettato come peggior giocatore della squadra. IMBARAZZANTE
  • 6,5KovacicUna delle poche note positive dell’intera stagione. Nonostante la giovane età, ha dimostrato di avere tantissima personalità prendendo per mano un’autentica armata brancaleone. E’stato uno dei pochi che ha provato a creare gioco e a dare un’identità a una squadra senza capo né coda. Uniche pecche: un po’ di inconstanza e i periodi di pausa che si prendeva durante alcune partite. Ma l’età pende dalla sua parte, crescerà.PREDESTINATO
  • 7PalacioSenza ombra di dubbio il miglior giocatore dell’intera stagione. Ha dimostrato di saper giocare sia come prima che come seconda punta. Più di una volta decisivo, dopo l’infortunio di Milito si è caricato il peso dell’intero attacco sulle sue spalle. Il suo infortunio dopo la partita con la Sampdoria ha coinciso con il crollo completo della squadra. Punto fermo per la prossima stagione.BOMBER
  • 6CassanoHa deliziato spesso i tifosi neroazzurri con giocate sopraffine. La classe non si discute, i suoi piedi sono poesia in movimento, ma la condizione fisica si è dimostrata deficitaria per tutta la stagione. Da fermo uno dei tre miglior giocatori dell’intero campionato, ma nel calcio moderno non basta. Anzi.GENIO
  • 6,5MilitoLa sua doppietta allo Juventus Stadium aveva fatto cullare sogni di gloria a tutto l’ambiente. Implacabile sotto porta, punto di riferimento per tutta la squadra, il suo infortunio è stato la vera mazzata che ha cambiato in negativo l’intera stagione dell’Inter. Senza di lui sono emersi tutti i limiti di gioco della squadra, che non è più riuscita a riprendersi.DETERMINANTE
  • 5,5RocchiAcquistato a Gennaio per svolgere il ruolo di quarta punta, gli infortuni che hanno colpito l’intero reparto lo hanno portato a essere l’unica punta a disposizione, così ha giocato l’ultima parte della stagione da titolare. Tanto impegno, qualche gol, ma di più veramente non poteva fare. GENEROSO
  • 5AlvarezIn alcune partite ha dimostrato di avere delle ottime qualità, ma in altre il suo apporto è stato indisponente. Si è disimpegnato meglio come seconda punta che come centrocampista, ruolo dove ha invece evidenziato i suoi due maggior difetti: carattere e piede destro inesistenti. INDECISO
  • 5StramaccioniLa sua giovane età e la mancanza di esperienza non lo hanno di certo aiutato, ma nonostante possa avere molti alibi ha comunque le sue colpe per questa stagione disgraziata. Anche nel periodo di massimo splendore la squadra viveva soprattutto sulle giocate dei singoli e non si è mai visto un sistema di gioco ben preciso. I continui e illustri infortuni hanno reso evidente il problema e la squadra è entrata in un vortice negativo senza che il Mister trovasse una soluzione per migliorare, anche solo in parte, la situazione. INESPERTO