Per il dopo Milito, spunta Osvaldo

Dura trovare un sostituto di Diego Milito. L’Inter ci sta provando, ma riimpiazzare un calciatore che combina tecnica, senso del goal, esperienza, spirito di sacrificio e capacità di giocare con il gruppo non è semplice. Per nazionalità e morfologia, Mauro Icardi sembra l’indiziato numero uno.

Ma se è vero che proprio Milito, in scadenza a giugno, potrebbe già lasciare i nerazzurri a gennaio (‘Mundo Deportivo’ ha scritto ieri di un interesse del Barcellona dell’amico Messi) o in estate per tornare al Racing Avellaneda (club che lo lanciò nel calcio che conta), allora ecco che Branca e Ausilio devono stringere i tempi per trovare un degno sostituto.

Senza Diego l’Inter abbasserebbe ulteriormente il suo monte ingaggi e potrebbe virare su un’altra scommessa (anche se averne tre in rosa per lo stesso ruolo sarebbe un rischio) o su un vecchio amore. I nomi sono quelli di Kostas Mitroglou e Pablo Osvaldo. Il primo, 25enne greco dell’Olimpiakos, ha dalla sua i 12 goal in 8 presenze da inizio stagione. Numeri che possono ingannare. Dura capire se si tratti di un vero ‘craque’ oppure di una meteora.

C’è decisamente più fiducia nelle doti del 27enne ex Roma, che al Southampton per ora sta faticando: una sola rete in 6 gare. Mazzarri lo avrebbe voluto già in estate, ma il mercato di austerity nerazzurro non poteva competere con i 17 milioni (bonus compresi) che gli inglesi hanno sborsato ad agosto. Certo, se non si avesse investito su IcardiBelfodil… ma quella ormai è già una storia vecchia.

Fonte: goal.com