Il Milan resta al Meazza, torna di moda il quarto anello? L’Inter e Thohir però…

Ieri il presidente del Milan Silvio Berlusconi ha dichiarato che il club rossonero non costruirà più lo stadio di proprietà come è stato predicato per mesi e che si resterà dunque al Meazza insieme all’Inter. Secondo quanto riporta il sito Calcio&Finanza, a questo punto si potrebbe tornare sul progetto “quarto anello”: “Se ne era parlato anche con il Comune di Milano: ovvero, un progetto per riqualificare la “Scala del calcio” e l’area circostante”, scrive il noto sito.

Ma l’Inter sarà d’accordo? Mentre il Milan progettava il suo stado di proprietà, “l’Inter non era rimasta a guardare, intavolando per volere di Erick Thohir un progetto di totale riqualificazione di San Siro. Un progetto da 11 milioni di euro (esclusi i 40 già spesi per i lavori attuali, in vista della finale di Champions del maggio 2016), che prevede la riduzione dei posti a circa 58mila e la rimozione del terzo anello.

Ora tutto potrebbe finire nel cassetto, con il Milan che torna a bussare alle porte di San Siro. E con il recupero dal cassetto di un altro incartamento, quello del cosiddetto “Quarto Anello”, che risale addirittura al 2007 e di cui Adriano Galliani aveva parlato nel 2013 così: “Il Milan e l’Inter stanno cercando di acquistare l’area del Trotto per far diventare San Siro una cosa favolosa, e se troveremo un accordo economico con i proprietari del Trotto sarebbe meraviglioso, il Comune di Milano è assolutamente d’accordo”. E con l’allora vicesindaco Ada De Cesaris che aveva lasciato aperte le porte, aggiungendo: “Il quarto anello? Tutto si può fare, ma va concordato. Va difesa l’ippica, il trotto e il galoppo”.

Nel frattempo però la Snai, proprietaria dell’area del Trotto accanto lo stadio, ha presentato un progetto che prevede lo smantellamento dell’area dedicata all’equitazione e la costruzione di un’area residenziale e di un’altra dedicata ad un parco attrezzato. E con Palazzo Marino, sede del Comune di Milano, che invece vorrebbe installarvi una cittadella dello sport. Entrambi i progetti, come nota Repubblica, non sarebbero in contrasto con l’idea del Quarto Anello. Resta da capire quanto tale progetto possa interessare l’Inter, che già pregustava l’idea di tenersi San Siro tutto per sé: per Thohir, un capitolo fondamentale nella questione degli introiti da matchday per il club nerazzurro, in calo negli ultimi anni”.