Il dramma di un’ex promessa dell’Inter: “A Milano solo belle fi… E non riuscivo a smettere”

Era arrivato all’Inter nel 2009 accompagnato da altissime aspettative Marko Arnautovic, attaccante austriaco classe 1989, ma il ricordo lasciato nella mente dei tifosi interisti non è stato proprio esaltante. Il motivo di quelle prestazioni opache emerge solo ora, grazie a un’intervista rilasciata a Kurier e ripresa da fcinter1908.it: “A Enschede io di fianco a casa avevo le mucche al pascolo. Poi atterri a Milano e trovi le Fashion Week, i ristoranti, i club, solo belle donne.

A quel tempo – ha continuato Arnautovic – non avevo la fidanzata. Avevo 19 anni. Ho pensato tra me e me: bene, ora che sei qui, non sai cosa può succedere, ti devi fare rapidamente un nome”. La grande recriminazione dell’attaccante è che le tentazioni non lo lasciavano in pace, nonostante il controllo in famiglia: “C’era mio fratello con me, ma io non avevo intenzione di smettere. Anche mio padre mi seguiva, ma non riuscivo a smettere. Dopo un anno e mezzo ho capito che avrei dovuto fare qualcosa, da lì mi sono allenato molto bene. Mourinho mi promise un contratto, ma poi andò al Real”.