Il calciomercato Inter va alla boutique Psg: non solo Lavezzi nel mirino

volte non basta Pocho. Il mercato è fatto così, strade e intrecci, intrighi e contatti. Sembrano accarezzarsi in continuazione, Ezequiel Lavezzi e l’Inter. Tentazione con mille spunti, da Milano al gruppo argentino fino alle telefonate con Walter Mazzarri. Ma il Paris Saint-Germain non vuole fare sconti.

Ve lo abbiamo raccontato, nonostante il ‘mal di pancia’ neanche troppo nascosto del Pocho non c’è margine di manovra in questo momento per l’Inter. A meno di 20 milioni non ci si siede neanche attorno a un tavolo, il prestito oneroso è un’ipotesi che il PSG non prende in considerazione specialmente se ci sono società di Premier e Liga pronte a fare sul serio nel momento in cui Alejandro Mazzoni, agente di Lavezzi, dovesse davvero ricevere il via libera dal PSG. Senza calcolare le complicazioni con lo stesso Mazzoni e l’ingaggio decisamente importante del Pocho. Insomma, Lavezzi all’Inter – almeno per gennaio – a meno di clamorose rotture con il Paris Saint-Germain è destinato a rimanere solo un desiderio di Mazzarri.

Eppure, le telefonate sull’asse Milano-Parigi non sono finite. E soprattutto restano continue, perché l’Inter ha fatto sapere al PSG di essere molto interessata a diversi potenziali esuberi tra gennaio e giugno. Al di là di Marco Verratti – situazione monitorata per giugno con la supervisione di Erick Thohir che stravede per l’ex regista del Pescara -, l’altro nome di cui si sta parlando è quello di Gregory Van der Wiel. C’è la possibilità che il PSG lo liberi, all’Inter piace molto e Branca è tornato a chiederlo dopo le trattative di un’estate fa, quando l’olandese fu vicinissimo prima della decisa virata sul più economico Wallace.

Van der Wiel come alternativa a Sime Vrsaljko, quindi, nel gioco d’incastri degli esterni che l’Inter porterà a termine comunque regalando a Mazzarri almeno un laterale per il suo 3-5-2 dove Zanetti non può dare garanzie e Pereira è in lista d’uscita. Lucas e Pastore? Magari, dicono all’Inter. Ma come per Lavezzi, la realtà è ben diversa dai desideri: non c’è stata alcuna apertura decisa per il prestito, chi vuole Lucas deve pagarlo. Questa è la linea del PSG ad oggi. E in questo momento, come per il Pocho, nelle intenzioni dell’Inter non c’è quella di investire grosse cifre a gennaio. Se però le occasioni dovessero spuntare per rotture con i giocatori, allora la dirigenza nerazzurra ha già fatto sapere di essere pronta a farsi viva.

Senza escludere altre piste per l’attacco. Perché Mazzarri una punta la vuole. E al di là delle piste che portano a Edin Dzeko e Pablo Osvaldo – graditi sì, ma costosi e non facilissimi da praticare – ci sono anche altre piste ancora top secret. L’Inter non vuole rivelarle, ci sarà tempo e modo di trattare e poi capire se si potrà sferrare l’assalto verso qualche nome nuovo. Siamo ancora solo all’inizio. Ma molto probabilmente, per il colpo in attacco non basterà… Pocho.

Fonte: goal.com