Icardi vuole prendersi l’Inter: “Voglio restare a lungo, io come Milito”

Lo scorso anno divenne il bomber principe della Serie A con 22 reti messe a segno, a pari merito con Luca Toni, quest’anno l’obiettivo è fare ancora meglio se possibile: Mauro Icardi è pronto a trascinare l’Inter a suon di goal, alla conquista di quel terzo posto che vorrebbe dire Champions League.

Il bomber argentino ha risposto con entusiasmo sul social Weibo ai supporter nerazzurri cinesi, che lo hanno tempestato di domande: “Non so quante reti segnerò quest’anno, preferisco non dire numeri e fare come il campionato scorso”.

Nella squadra del futuro lui ci sarà eccome: “Voglio lasciare il segno sia ora che nei prossimi anni, ripercorrere la carriera di un grande come Milito sarebbe ottimo ma per ora vado per la mia strada. Penso di poter essere in grado di aiutare la squadra a fare meglio. Ruolo? Sono una prima punta che gioca prevalentemente in area, ora però il mister mi sta facendo migliorare facendomi anche partecipare all’azione un pò più fuori dall’area”.

La Juventus è la sua vittima preferita: “Ho segnato contro di loro anche con la maglia della Sampdoria, farlo con l’Inter però ha un sapore particolare perché so quante vale per i nostri tifosi”.

All’Inter è arrivato Jovetic: “L’ho incontrato quando giocava alla Fiorentina, è un campione che sicuramente ci darà una grossa mano nel raggiungere i nostri obiettivi”.

Ottima l’intesa con Kovacic: “Come me è giovane, ha ottime qualità tecniche. Ci capiamo al volo, sa già quali saranno i miei movimenti e mi serve dei palloni al bacio che mi permettono di concludere a rete”.

Tra poco si affronterà il Real Madrid: “Lo scorso anno feci goal su calcio di rigore, vedremo se ora mi capiterà qualche occasione buona. In Cina siamo stati accolti benissimo, siamo stati bene con dei tifosi fantastici”.