Icardi: “Sono il capitano e voglio restare all’Inter. Con la Juventus senza paura”

A pochi giorni dall’attesissima sfida con la Juventus, è il capitano Mauro Icardiil protagonista principale della nuova puntata di InterNos, format del canale ufficiale Inter Channel. La trasmissione andrà in onda in serata. Ecco alcune anticipazioni: Come ci si carica prima delle partite? Con un po’ di musica da ascoltare insieme. Ognuno di noi sceglie una canzone, il risultato finale è un mix di tanti generi”.

Diventare come Zanetti? Mi piacerebbe, ho l’opportunità di essere capitano. Chiunque vorrebbe ripercorrere i passi di Zanetti. Stagione? Abbiamo fatto un grande girone d’andata, poi il ritorno non è andato come avremmo voluto. Adesso dobbiamo puntare al terzo posto, per centrare l’obiettivo del club e tornare a giocare in Europa”.

Cosa mi piacerebbe fare da grande? Non ci ho mai pensato, ho appena iniziato la mia carriera da professionista. Adesso voglio fare il calciatore e penso solo a questo. Sicuramente voglio fare il papà, ma non ho ancora pensato a cosa succederà una volta appese le scarpe al chiodo. Mercato? Sono arrivate un po’ di offerte ma io voglio rimanere qui e vincere con questa maglia. Sono il capitano e voglio fare grandi cose con l’Inter. Dal primo giorno in cui sono arrivato a Milano, mi sono assunto le mie responsabilità. Penso che i tifosi mi vogliano bene anche per questo”. 

Nazionale? L’Argentina ha il miglior attacco del mondo e questo, inevitabilmente, mi penalizza un po’ perché ci sono giocatori forti e di esperienza. Ma io sono tranquillo e sono pronto. So che un giorno arriverà la chiamata della Seleccion e io darò il mio contributo”. 

Juventus? Dobbiamo dare il massimo. Noi andiamo sempre in campo per vincere, poi può succedere qualsiasi cosa ma la mentalità dev’essere quella giusta. Faremo del nostro meglio anche mercoledì nel ritorno di TIM Cup. Sarà una partita difficile, ma dobbiamo provarci fino all’ultimo. Basti pensare a quello che è successo nella finale di Champions League tra Liverpool e Milan. In pochi minuti sono stati rimontati tre gol, noi ne abbiamo novanta a disposizione”. 

FONTEfcinter1908.it