Icardi, messaggio a Spalletti: «Io e Lautaro sempre insieme per grandi cose»

Per il momento Luciano Spalletti vede Lautaro Martinez soltanto come un surrogato di Mauro Icardi: per questo motivo l’attaccante ex Racing ha finora trovato ben poco spazio tra i titolari dell’Inter da inizio stagione. Secondo qualcuno però il Toro potrebbe essere anche un ottimo partner in avanti per il capitano nerazzurro: a sancirlo lo stesso Icardi, che ha parlato dall’Argentina, dove è attualmente impegnato con la propria nazionale (e proprio con Martinez). «Io e Lautaro stiamo sempre insieme e stiamo cercando di imparare qualcosa l’uno dall’altro per riuscire a creare qualcosa di importante – le parole di Icardi ai giornalisti argentini – . Io cerco di fare il meglio possibile: sono il capitano dell’Inter e il goleador principale, però alla base di tutto c’è sempre la squadra. Io sono l’attaccante, cerco solo di fare gol all’Inter come in nazionale, provo a dare il meglio di me».

Impossibile però nascondere la soddisfazione per l’ennesima convocazione con l’Albiceleste dopo mesi di mancate chiamate spesso incomprensibili, compresa quella per il Mondiale: «Sono contento di essere qui e di far parte del nuovo progetto, dobbiamo proseguire sulla strada delle ultime partite. Qui siamo in parecchi nuovi, c’è stato un cambiamento: siamo tutti giovani e all’inizio di un’avventura, contenti e orgogliosi di poter rappresentare il nostro paese. Stiamo facendo il meglio per raggiungere la prossima Copa America – ha aggiunto poi Icardi, che deve ancora sbloccarsi in nazionale – . Se mi manca il gol con l’Argentina? È capitano pure all’Inter all’inizio di quest’anno: io sono sempre in area pronto, resto fiducioso». Chissà che sabato contro il Messico non sia la volta buona.