Icardi: “In 10 partite mi sono arrivati 4 palloni e ho fatto 3 gol, quindi…”

L’Inter torna in vetta alla classifica, ma il gioco mostrato a Bologna conferma i limiti di una fase offensiva tutt’altro che brillante. Se n’è accorto anche Mauro Icardi, che ritrova il goal ma ‘sbuffa’ per gli scarsi suggerimenti da parte della squadra.

” Quando mi arrivano i palloni io posso fare goal: in 10 partite me ne sono arrivati 4 e ne ho fatti 3, quindi mi sembra una buona media”, le parole ‘taglienti’ dell’argentino al termine del match.

Un chiaro messaggio a Mancini, oltre che a centrocampisti e partner d’attacco, che hanno il sapore di un invito a guardare di più il numero 9 e non abbandonarlo al proprio destino. Scenario, in questo primo scorcio di campionato, venutosi a creare spesso e volentieri.

Al ‘Dall’Ara’ Maurito ha calciato verso la porta 4 volte, inquadrando lo specchio in 2 circostanze; sfera giocata in 20 occasioni, col 73% di passaggi riusciti. Ma soprattutto segnando, decidendo la sfida nonostante l’uomo in meno.

La fase offensiva dell’Inter rappresenta uno degli aspetti su cui il Mancio deve lavorare per rendere letale sotto porta la sua ‘creatura’, apparsa troppo macchinosa in fase di costruzione e poco ‘pungente’ quando si tratta di andare a far male.

Magari mettendo Icardi in condizioni di tornare a bucare le reti avversarie con quella continuità smarrita in questo avvio di stagione, per provare a coltivare un sogno chiamato Scudetto.