Ibrahimovic ricorda: “Chiellini, falli da codardo. Lo trascinai come un cane”

Il Mirror pubblica un estratto dell’autobiografia di Zlatan Ibrahimovic in cui lo svedese ricorda un episodio poco simpatico accaduto con Giorgio Chiellini durante un Inter-Juventus. “Con Chiellini avevamo giocato insieme a Torino, poi fummo avversari quando io passai all’Inter. Lui mi provocava a parole durante la partita, poi mi colpì alle spalle: un gesto da codardo perché non vedi l’avversario e non puoi difenderti – sottolinea l’ex attaccante -.

Caddi a terra dolorante, la botta fece parecchio male. Gliele promisi, ma non ci fu la possibilità di rendere pan per focaccia. Allora, a fine gara,, mi avvicinai a lui, lo presi per la testa e lo trascinai come fosse un cane disobbediente. Lessi nei suoi occhi la grande paura”.