Hernanes-Kovacic, problemi di convivenza

KovacicOsservando i primi passi della nuova Inter viene da pensare che la transizione al sistema di gioco con la difesa a quattro non sarà immediato. Nelle prime uscite pre campionato infatti Walter Mazzarri, pur sperimentando, ha lasciato intendere di volere ripartire dalle sue certezze, tra cui spicca senza ombra di dubbio la linea arretrata composta da tre uomini.

Stabilità difensiva a parte però il modulo 2013/14 pone un altro dilemma tattico ancora irrisolto, ossia la convivenza tra Hernanes e Kovacic, che al contrario potrebbero trovare una collocazione più armoniosa in altri schemi. Il primo deve essere considerato, almeno in partenza, inamovibile dalla formazione titolare, per caratura e per l’investimento sostenuto a gennaio da Thohir, mentre il secondo è stato addirittura insignito dal presidente del ruolo di stella.

A dir la verità fino a questo momento entrambi devono dimostrare ancora molto, perché dal brasiliano tutti si attendevano qualcosa di più, ma almeno può contare su un passato incoraggiante con la maglia della Lazio, mentre il talentino croato sembra sempre in procinto di consacrarsi, salvo poi frenare nelle occasioni che contano, come al Mondiale.

Se per un attimo ci si ricorda che stiamo parlando di un ventenne non ci sarebbe da drammatizzare, ma se su di lui la società vuole imperniare il futuro dell’Inter, è lecito aspettarsi che al più presto fughi ogni dubbio trovando continuità e guadagnandosi sul campo anche la fiducia del tecnico, magari con prestazioni in grado di mettere in crisi perfino i dogmi tattici di Mazzarri.

Fonte: tuttomercatoweb.com