Hernanes a Kovacic: “Mi spiace, ma vogliamo vincere. Zanetti si allena al top. Arrivato all’Inter mi sono detto…”

Anderson HernanesL’interista Hernanes parla in una intervista concessa al The Times of India. Ecco le parole del brasiliano sul Mondiale: “Paura? No, la pressione la abbiamo sempre perché giochiamo al livello più alto e siamo abituati ad averla. Detto questo, vorrei fare bene davanti al pubblico del mio paese. Quando Scolari ha fatto il mio nome? Ero pazzo di gioia perché è stato il sogno della mia vita essere parte di questo gruppo. Sono felice e orgoglioso di essere arrivato a questo traguardo nella mia carriera. Il Brasile è al massimo e ora abbiamo la possibilità di giocarci il Mondiale in casa. Questa situazione ci farà dare il massimo”.

Sulla prima sfida, contro la Croazia di Kovacic: “Giocherò contro il mio compagno. Mi spiace per lui, ma dobbiamo iniziare il Mondiale nel modo migliore. Spero che il Brasile vinca. Guardimao con attenzione Argentina e Germania, loro fanno la differenza nelle competizioni importanti”.

Si passa a trattare dell’arrivo all’Inter: “Quando sono arrivato in nerazzurro mi sono detto ‘Non penserò di strafare, ma di lavorare duro perché solo così le cose arrivano da sole’. Infatti eventi importanti sono già successi, con il primo gol a San Siro e ora che sono nel gruppo per il Mondiale. Con il Brasile, voglio portare lo stesso spirito vincente che ho con i compagni all’Inter”.

Javier Zanetti si è appena ritirato, Hernanes commenta: “Ha 40 anni, ma continua ad allenarsi come se fosse al top della carriera e lo vedi sempre pronto. Questo mi fa pensare a quanti sacrifici ha fatto per mantenere questo stato fisico e mentale. Al suo addio ho visto che affetto e rispetto aveva il pubblico e il club per il capitano, mi ha motivato ancora di più”.

Fonte: tuttomercatoweb.com