Handanovic tira un sospiro di sollievo: “Temevo l’Udinese, è andata bene”

Il portiere dell’Inter, Samir Handanovic, intervenuto ai microfoni di ‘Sky Sport’, ha commentato con evidente soddisfazione il netto successo dei nerazzurri domenica contro l’Udinese, sua ex squadra. “Temevo un po’ la partita, – ha ammesso l’estremo difensore sloveno – l’Udinese in casa è una squadra tosta. Ma domenica abbiamo fatto bene, stiamo crescendo e abbiamo espresso un gioco che è riuscito a mettere sotto tono i nostri avversari”.

Buona prova soprattutto per l’intero reparto arretrato, che non ha subito goal. “Nelle prime gare abbiamo preso pochi goal perché eravamo più compatti, – ha spiegato Handanovic – ma anche spaventati. Non ci conoscevamo bene e allora difendevamo in maniera diversa e giocavamo in maniera più semplice. Poi abbiamo acquistato un po’ di fiducia e siamo migliorati”.

“Il nostro atteggiamento – ha tenuto a precisare ancora il portiere nerazzurro – non era di paura, era un po’ di tensione, eravamo più compatti forse, ma ora siamo migliorati in altre cose anche se dobbiamo ritrovare quella compattezza”. Poi sul caso Campagnaro: “È un giocatore forte e competitivo, – ha detto Handanovic dell’argentino – ma siamo una rosa ampia e di qualità. Chi gioca deve sempre farsi trovare pronto”.

Sabato l’Inter affronterà il Livorno al Meazza con l’obiettivo di conquistare altri 3 punti: “Stiamo migliorando rispetto all’anno scorso. – ha detto Handanovic – Ora dobbiamo pensare al Livorno, che sarà una gara insidiosa come tante del campionato italiano. Dovremmo essere bravi da qui alla fine a non cambiare mai l’atteggiamento”.

Con l’arrivo di Thohir i nerazzurri pensano in grande per le prossime stagioni: “Scudetto in 3-5 anni? Il tempo è gentiluomo e dice sempre la verità. – ha concluso l’estremo difensore sloveno – Io non mi sbilancio perché è sempre facile parlare ma poi in campo è tutto più complicato”.

Fonte: goal.com