Guarin, felicità a metà: “L’Inter si è ripresa, ma senza giocare una grande partita”

Fredy Guarin
Fredy Guarin

Vince ancora in Europa, l’Inter di Mazzarri. Così così in campionato fin ora, reduce dalla batosta contro il Cagliari a San Siro, i nerazzurri continuano a ottenere successi nella League, stavolta 2-0 contro il Qarabag. Inter non proprio convincente, ma che ha comunque portato a casa una fondamentale vittoria per la classifica.

I tifosi non hanno visto di buon occhio il modulo adottato da Mazzarri: contro gli azeri, non proprio i primi della classe, almeno sulla carta, i nerazzurri sono scesi in campo a San Siro con l’abbottonato 3-5-1-1 in cui Fredy Guarin è stato schierato sulla trequarti.

Al termine del match è proprio Guarin a presentarsi ai microfoni insieme al compagno Icardi e a mister Mazzarri: “Ci siamo detti tante cose, ci siamo consigliati l’un con l’altro per sostenerci. L’appoggio dei compagni è una delle cose fondamentali”.

“Vittoria importante quella di oggi, sopratutto perché arrivata dopo la sconfitta pesante di domenica” ha evidenziato Guarin. “E stato un bene per riprenderci, abbiamo dimostrato carattere anche se non abbiamo fatto una grande partita”.

L’ex Porto è contento di questo primo mese e mezzo di gare ufficiali, fiducioso: “Noi stiamo facendo bene, pensiamo di partita in partita. Ora dobbiamo concentrarci sulla Fiorentina, non sarà facile”.

Guarin racconta un aneddoto di gara: “Volevo scusarmi con un tifoso che mi ha detto ‘svegliati Guaro’. L’ho guardato male perché ero concentrato, cercavo di correre, correre, correre e non sbagliare però va bene, il tifoso sente questi momenti”.

I tifosi tornano a casa soddisfatti per i tre punti conquistati, meno per il gioco messo in mostra a San Siro. Ma se anche Guarin ammette la scarsa prova contro il Qarabag, almeno la nuova Inter di Mazzarri prova a prendersi le proprie responsabilità.

Fonte: goal.com