Guarin-Chelsea non decolla: richieste esose

Se non si sblocca l’affare Guarin-Chelsea, l’Inter ha le mani legate sul mercato invernale. E così è. Dopo l’accelerata pre natalizia, tutto si è bloccato e a quanto pare, non per volere dei nerazzurri, ma per le richieste a dir poco esose del colombiano.

Secondo la ‘Gazzetta dello Sport’ infatti, l’agente di Guarin avrebbe chiesto ben 4 milioni l’anno al Chelsea, ben 1,6 milioni in più di quello che l’ex Porto percepisce ora all’Inter. Con Guarin fermo, di conseguenza rimane bloccato tutto il mercato nerazzurro.

Ecco perchè in Corso Vittorio Emanuele, terranno aperta la porta al Chelsea solo fino al 14 gennaio (giorno successivo a Inter-Chievo). Al termine di tale ultimatum il ‘guaro’ rimarrà lì dov’è e l’Inter dovrà cercare altrove il suo tesoretto. Una cessione di Ranocchia resta come piano b.

Intanto, mentre impazzano voci che danno intermediari nerazzurri in Inghilterra per chiedere al Southampton il prestito di Osvaldo (voci peraltro non confermate), Branca e Ausilio stanno sempre lavorando nel tentativo liquidare i tre epurati: Belfodil, Pereira e Wallace.

Ma se per il terzino brasiliano (che tornerà al ChelseA) e per l’esterno uruguayano (possibile prestito al Marsiglia) tutto sembra ormai deciso, la situazione dell’attaccante algerino è più contorta. Lui vorrebbe la Premier League e per essere precisi il West Ham, ma il Parma (che detiene la metà del cartellino) preferirebbe spedirlo in prestito al Sassuolo.

Infine, oltre alla definizione per le contropartite tecniche per avere D’Ambrosio (si pensa a metà Benassi o metà Duncan) l’Inter attende di conoscere il futuro di Chivu. Il romeno, operato in agosto, tornerà in questi giorni a Miami nella clinica in cui ha subito l’operazione al piede. Il responso dirà se l’ex Roma potrà continuare a giocare a calcio o se sarà costretto al ritiro.

Fonte: goal.com