Grazie Presidente Moratti!

Oggi è ufficiale: Moratti si è dimesso, Erick Thohir è il nuovo Presidente.

Ammetto che mi fa un certo effetto scriverlo, abituata ormai da 18 anni ad accostare la parola Presidente al cognome Moratti. La svolta epocale è arrivata in un’uggiosa e anonima giornata di novembre. L’Inter è nelle mani degli indonesiani e Moratti ormai rappresenta il passato. 

Si attendeva da tanto tempo questa ufficialità e proprio la mancanza di essa ci lasciava aggrappati ad una speranza di vedere ancora Massimo come Presidente. Purtroppo le speranze di molti non sono state accolte e nell’Inter è tempo di aria nuova, una ventata d’aria che viene da molto lontano e che ancora non è avvezza al calcio italiano.

Pare che Thohir abbia insistito per avere ancora Moratti come Presidente, ma non c’è riuscito. Ora tocca a lui camminare da solo in un mondo tutto nuovo, dove sarà sottoposto a costanti pressioni, ma di cui siamo certi che s’innamorerà ben presto. Perchè l’Inter è così, quando ti prende non ti lascia più. Moratti lo sa bene, la sua storia d’amore è durata per ben 18 anni, senza contare quelli di suo padre Angelo. Anni di cocenti sconfitte e di vittorie sensazionali che ci hanno portato sul tetto del mondo. Sempre per amore dell’Inter ha deciso di farsi da parte, perchè l’Inter è come una figlia che è cresciuta e ora deve essere lasciata andare.

Lasciata andare in senso lato, ovviamente. Moratti ha scelto il suo “erede” e ora starà a guardare da lontano. Cosa succederà ora? Bruno Longhi, noto giornalista Mediaset, ha detto poco fa: “L’Inter lascia il certo per l’incerto.” Purtroppo bisogna ammettere che è proprio così. Moratti è stato un simbolo di garanzia per i colori nerazzurri ed ora che la nostra amata Inter è nelle mani di un uomo tanto sconosciuto, un po’ di ansia sale. Le sensazioni sono strane e contrastanti: da un lato la “paura” per la nuova IndoInter, dall’altra la curiosità di vedere che futuro ci attende.

La giornata è stata epocale, perchè oggi abbiamo salutato il Presidente Moratti, che d’ora in poi sarà solo Presidente Onorario. L’unica parola che forse può riassumere questi 18 anni di Presidenza è un immenso GRAZIE. Grazie di tutto, grazie per aver amato l’Inter, grazie per essere stato il primo tifoso di una squadra pazza come la nostra, grazie per aver risposto sempre con classe ed eleganza alle provocazioni più infime che può riservarci questo mondo, grazie perchè l’Inter è cresciuta bene nelle sue mani, certe annate sono state superate a pieni voti, nelle ultime invece è stata rimandata, ci aspettano tanti esami, ma li supereremo come abbiamo sempre fatto.

Davvero non ho altro da dire, Grazie Presidente Moratti!