Gli scudetti di Mou: “Il primo in ritiro grazie al ko del Milan, l’altro in bilico fino all’ultimo secondo. Lì a Siena…”

Tra ricordi e nuove ambizioni, José Mourinho ripensa ai titoli vinti in carriera partendo dal Porto e finendo al suo Chelsea. E uno spazio speciale lo dedica ai due scudetti conquistati in Serie A con l’Inter: “Ci sono state diverse occasioni e ancora non so dire quale è stata la migliore – confida il tecnico dei Blues ai microfoni del Sun -.

Ma il vero piacere è nel momento in cui si diventa campioni. La prima volta ero squalificato e mi trovavo nel box in tribuna. Ero stato espulso nella gara precedente, così non potevo entrare in campo per festeggiare con i miei giocatori. Il secondo titolo con il Porto l’abbiamo vinto mentre eravamo in albergo. I nostri rivali pareggiarono e difatti noi diventammo campioni in albergo.

Ricordo la prima volta qui con il Chelsea in casa del Bolton. La seconda è stata invece in casa nostra contro il Manchester United, e restavano ancora tre partite da giocare. La prima volta all’Inter è stata in ritiro. Il Milan fu sconfitto dall’Udinese così noi diventammo campioni. La seconda, ottenemmo il titolo negli ultimi secondi dell’ultima partita.

Dovevamo assolutamente vincere e noi abbiamo vinto 1-0 a Siena. Non è stato il gol dell’ultimo secondo, ma non avevamo la certezza di essere campioni fino agli ultimi secondi. Poi a Madrid è arrivato il titolo dei 100 punti, quando vincemmo a Bilbao con tre gare ancora da giocare. Adesso vediamo se possiamo rifarlo”.

FONTEfcinternews.it