Giacinto vive nei nostri cuori

Il 18 Luglio 1942 nasceva a Treviglio, Giacinto Facchetti, un’ uomo divenuto bandiera dell’ F.C. Internazionale nella quale è stato giocatore prima e dirigente poi. Oggi 18 Luglio 2012 avrebbe compiuto 70 anni.
Cipe, così era chiamato nell’ ambiente nerazzurro, esordì nelle giovanili della Trevigliese come attaccante nel 1956 e vi militò fino al 1960 quando venne “scoperto” da Helenio Herrera che lo portò a Milano per il finale della stagione 1960/1961.
Il suo esordio all’ Inter e in serie A avvenne il 21 Maggio 1961, in un Roma vs Inter finito 2-0 per la squadra di Milano e con grande sorpresa di tutti Herrera lo schierò terzino sinistro e divenne così il primo terzino fluidificante della storia del calcio italiano.
In maglia nerazzurra, tra il 1960 e il 1978, ha disputato 475 partite segnando 59 goal. Ha vinto 4 scudetti, 1 coppa italia, 2 coppe dei campioni e 2 coppe intercontinentali.
Lo stesso anno in cui diede l’ addio al calcio divenne dirigente accompagnatore dell’ Italia in occasione dei mondiali del 1978 in Argentina. Dopo essere divenuto rappresentante all’ estero per l’ Inter, venne promosso come Direttore Generale prima e Vicepresidente dopo la scomparsa di Peppino Prisco. Il 19 Gennaio 2004, dopo le dimissioni di Massimo Moratti, divenne anche presidente della società nerazzurra, che sotto la sua presidenza vinse uno scudetto, due coppe italia e due supercoppe italiane.

In nazionale giocò 94 partite mettendo a segno anche 3 reti, vincendo da capitano dell’ Italia gli Europei del 1968 e arrivando secondo nella Coppa Rimet disputata in Messico nel 1970.
Nel 2004 è stato inserito nella Fifa 100, una lista di professionisti considerati i migliori giocatori di calcio viventi al momento della stesura della stessa. La lista fu elaborata dalla Fifa con la supervisione di Pelè e venne divulgata il 4/3/2004 a Londra, nell’ ambito dei festeggiamenti del centenario della Fifa.
Nel 2006 è stato inserito nelle “Leggende del calcio” del Golden Foot.

In memoria dei valori morali che ha espresso nella sua vita, la Lega Naionale Professionisti ha intitolato il Campionato Primavera come “Trofeo Giacinto Facchetti”.

Il 4 Marzo 2006 si è spento a Milano, stroncato da un tumore al pancreas.

Gigi Sirianni