Gente che non sa vincere!

Lezioni di Stile da parte degli Juventini.
Può sembrare una battuta mal riuscita, ma ahimè corrisponde a realtà.
“Penso che l’Inter non sappia vincere.”: questa la dichiarazione di Alessio, allenatore della Juventus. Ma sì, l’Inter era da tanto che non vinceva, i tre punti mancavano da tempo, miracolosi quelli contro la Juve! Oppure era la squadra avversaria che veniva da 49 partite consecutive di risultati utili e magari quella non più abituata a perdere? Mah…

Di certo, deve essere difficile accettare lo “smacco” ricevuto dai nemici più odiati e temuti, i nerazzurri, la ferita è ancora fresca, non si è ancora cicatrizzata, ci vorrà del tempo. Ma per loro sfortuna ci penseranno le statistiche a ricordarglielo: l’Inter la prima squadra vincitrice allo Juventus Stadium. Che incubo!
Ma non bisogna essere malpensanti, è stato solo uno sfogo, parole non meditate, peccato che pochi minuti dopo Leonardo Bonucci ribadisce il concetto: “La Juventus non si è mai permessa di dire quello che ha detto l’Inter in questi giorni. La Juventus ha stile, anche quando è stata retrocessa per Calciopoli senza avere reali colpe, non ha mai polemizzato.”
Cosa, cosa?
Rinfreschiamoci un momento le idee, ripetiamo un po’ la storia del calcio recente: quale squadra ha intrapreso un processo legale per “rivedere” le sentenze di Calciopoli? Quale squadra è in continua polemica con la FIGC per le famose 3 stelle? In quale squadra i 28 scudetti assegnati dalla giustizia sportiva si sono magicamente trasformati in 30? La Juventus. Ops!
Ma loro d’altronde hanno stile, ne hanno talmente tanto da citarci anche nelle conferenze stampa di Champions. Stupida io che avevo pensato che eravamo diventati il loro chiodo fisso…
Per fortuna che ci ha pensato l’allenatore della squadra con poco stile a liquidarli: “Alessio può dire quello che vuole, ora si pensa solo al Partizan!”

Ma poi mi chiedo: perchè Moratti si è permesso di dire che l’errore di Tagliavento sembrava “voluto”? Come ha potuto ferirli così nell’orgoglio e pensare che quell’errore potesse influire sull’intera gara? Perchè parlare di arbitri nei giorni successivi a una partita disputata con una squadra che no, non polemizza mai sugli arbitri?

D’altronde “Gli arbitri italiani sono i migliori a livello europeo”, Bonucci docet.
E se lo dice lui, c’è proprio da fidarsi!