“Gasperini, non mi mancherai”

Impressioni personali dopo la partita Cska – Inter.
Dalla partita Novara – Inter sembrano passati mesi ma invece è trascorsa solo una settimana.
Gli attori sono quasi i medesimi e cambiato solamente il regista. Dopo questa partita, Moratti al momento dell’esonero ha affermato che Gasperini non aveva più la squadra in mano ma ho l’impressione che non l’abbia mai avuta. Sono troppe incomprensioni con lo staff tecnico, giocatori e non per ultimo con il presidente. Il 3-4-3 è il dogma di Gasperini e si sapeva, la società molto probabilmente in fase di mercato non l’ha aiutato ma anche lui ha fatto poco per cambiare la sua “storia” all’Inter. Un po’ per orgoglio o anche per limiti tecnici non ha mai abbandonato il suo “credo” schierando spesso e volentieri giocatori fuori ruolo alimentando in loro un “senso” di malumore che è sfociato con la prestazione imbarazzante di Novara. A metà settembre avevo affermato che per molti giocatori Gasperini fosse un albi perfetto e subito dopo la notizia del suo esonero ero un po’ dispiaciuto per lui. Ma è bastata un’intervista fatta il giorno dopo a farmi cambiare idea: Gasperini è un pallone gonfiato che si crede di essere il nuovo guru del calcio mondiale. In questa intervista, rilasciata a un giornale genovese, ha parlato di tutto: giocatori, moduli, mercato in un patetico tentativo di giustificarsi del suo fallimento nell’avventura neroazzurra. E’ stato un continuo arrampicarsi sugli specchi, ha incolpato tutto e tutti e sembra che l’unico innocente di questa situazione è lui. Mentre come ha dimostrato Ranieri, bastava solo schierare i giocatori al loro posto…
Fammelo dire Gasperini: NON MI MANCHERAI E CREDO CHE AD APPIANO NON MANCHERAI A NESSUNO…

Simone Trenti – The Bek

[ Vuoi pubblicare le tue opinioni su Bauscia.it? invia un email ha Staff@Bauscia.it  ]