Fiorentina-Inter: pericolo Tagliavento!

SSC Napoli v FC Internazionale Milano - Serie ABasta un po’ di buona memoria, perché il nome di Paolo Tagliavento di Terni, evochi brutti ricordi nella testa dei tifosi nerazzurri. Il signor Tagliavento – il miglior arbitro italiano? – arbitrerà la sfida di domenica sera al Franchi tra Fiorentina e Inter.

Tagliavento, nonostante i precedenti con l’Inter siano in bilancio positivo per la squadra nerazzurra, si è reso molto spesso protagonista di direzioni di gara tutt’altro che eccezionali. Il primo episodio che ci viene in mente è di sicuro Inter-Sampdoria del febbraio 2010: espulso Samuel per fallo da ultimo uomo e poi Cordoba per doppia ammonizione, si scatena il putiferio e Mourinho rivolto alle telecamere fa il gesto delle manette.

A proposito di manette, Tagliavento è stato coinvolto nelle inchieste su calciopoli perché il suo nome compariva in alcune intercettazioni, poi però in qualche modo è stato scagionato. Poi c’è l’episodio di Inter–Roma, ottobre 2013: Pereira stende Gervinho a cinquanta centimetri dall’area di rigore; ma per arbitro, guardalinee, arbitro di porta e le loro cataratte è rigore.

Infine arriviamo al primo incontro tra Tagliavento e Thohir: Napoli-Inter di qualche mese dopo; Tagliavento espelle Alvarez per due discutibili ammonizioni ed il neo presidente a fine gara dichiara: “L’espulsione ha ucciso la gara. È vero che gli errori fanno parte delle partita, ma il rosso non c’era e ha finito per cambiare la sfida”.
Insomma il signor Tagliavento non è il benvenuto, e ci perdonerà se ci permettiamo di storcere il naso.