Finora solo tanti no: ora Mancini si accontenterebbe di averne 3-4 per inizio luglio

Milan l’è on gran Milan. E l’Inter? Se in casa rossonera l’arrivo di Mr Bee, e della Doyen, permette infatti di tornare a sognare, sull’altra sponda del Naviglio invece tutto tace in modo preoccupante.

Da Dybala a Yaya Tourè tanti fin qui sono stati i no incassati dall’Inter con Mancini che, adesso, inizia ad essere seriamente preoccupato dalla piega che sta prendendo il calciomercato nerazzurro.

L’obiettivo del tecnico, secondo quanto scrive ‘La Gazzetta dello Sport’, a questo punto sarebbe quello di avere i primi acquisti a disposizione già a partire dal primo giorno di ritiro in programma il 5 luglio ma di grandi colpi, ovviamente, per il momento neanche a parlarne.

A meno che l’eventuale ritorno dello stagionato Thiago Motta o l’acquisto di Felipe Melo, già allenato da Mancini al Galatasaray e scartato dalla Juventus, non possano essere ritenuti tali da tifosi abituati a campioni del calibro di Cambiasso e Vieira.

Sempre per quanto riguarda il centrocampo, mollato definitivamente Mbia, resta in piedi la pista che porta a Imbula il quale però ad oggi sembra decisamente più vicino al Valencia, mentre da Mancini sarebbe finalmente arrivato l’ok all’acquisto di Kranevitter dal River Plate.

Chi invece potrebbe davvero partire è Mateo Kovacic, accostato nuovamente al Liverpool con i Reds che, secondo i media croati, sarebbero pronti ad offrire una cifra compresa tra i 20 ed i 25 milioni di euro.

Passando al capitolo difesa, accertata l’impossibilità di arrivare al sogno Benatia, l’Inter sarebbe pronta a dirottare le proprie attenzioni su Rudiger dello Stoccarda mentre l’agente di Montoya non ha affatto escluso un trasferimento del suo assitito da Barcellona a Milano.

Infine eccoci al capitolo attacco reparto nel quale, oltre agli esterni Cuadrado e Perisic, secondo ‘Il Corriere dello Sport’ si starebbe facendo strada anche la clamorosa ipotesi Pato.

Il brasilano, che ha chiesto la rescissione al Corinthians, si sarebbe infatti offerto ai nerazzurri tramite i suoi procuratori. Un’idea a costo zero che, però, potrebbe forse servire a riaccendere un Derby di mercato ad oggi tutto rossonero.

FONTEgoal.com