Finchè sosta non vi separi.

La curva del Napoli solidarizza con la curva dell’Inter che solidarizza con quella del Milan che solidarizza con quella della Lazio che… Mi fermo? Tanto il concetto è chiaro: solidarietà è la parola chiave.

Unione di intenti tra gli ultrà e le varie tifoserie che non accettano un’inconcepibile ed ingombrante politica negli stadi. Si dice no all’ingiustizia di chi vuole fare pagare a tutti i gesti di pochi, no a chi impedisce a chi ha pagato con grandi sacrifici un abbonamento di essere privato del proprio posto, no al dare potere a pochi esaltati.

Un’unione di intenti, come l’ho definita,  che durerà ancora per poco, sino a quando, terminando,  la sosta si porterà via legami tra squadre che saranno rivali.

Quali sono le dirette concorrenti e dove può arrivare la Beneamata? Presto per dirlo, ma mi sento di fare nomi: sicuramente darà del filo da torcere una Roma forte, molto agguerrita, ma che avrà da competere più con l’Inter per il secondo\terzo posto che non con la Juventus per lo scudetto. Non tralascerei il Napoli guidato da Benitez particolarmente vispo e motivato La Fiorentina sa dare soprese come Udinese e Lazio  che potrebbero fare meno paura di Milan, Roma e Napoli ad un’Inter in forma con tutti i giocatori in forze.

Non sarà al 100% il Torino nella prossima sfida valida per l’ottava giornata; un motivo in più per mettercela tutta, perché i 3 punti vanno portati a casa con tutte le squadre e Mazzarri questo lo sa benissimo. Non importa se la situazione societaria non è ancora definita, servirà a distogliere l’attenzione mediatica dal campo, a dare un buon diversivo alla squadra che potrà impegnarsi in tranquillità evitando forzature sono per fare parlare, solo per fare notizia, come un eventuale arrivo di Pirlo.

La sosta dell’Inter domenica finirà, facciamoci trovare pronti.

Stefania Cattaneo