Un brutto episodio vede coinvolti tre giocatori della Juventus, protagonisti di una festa vietata in tempi di Covid. Il tutto, secondo quanto riporta ‘La Stampa’, sarebbe avvenuto ieri notte nella villa di Weston McKennie.

A scoprire la festa, intorno alle 23.30, un’auto del Radiomobile dei Carabinieri dopo che qualcuno aveva evidentemente segnalato un party, ovviamente non autorizzato, all’interno dell’abitazione del centrocampista statunitense.

Inizialmente i presenti, circa una ventina, si sarebbero rifiutati di aprire il cancello salvo tornare sui propri passi dopo una trattativa. All’interno della villa, oltre al padrone di casa, c’erano anche i compagni Dybala e Arthur.

FONTEgoal.com