Ferrero su Sarri-Mancini: ”Nel calcio due pesi e due misure…”

Massimo Ferrero da quando è entrato nel mondo del calcio ha sempre rilasciato dichiarazioni fuori dagli schemi. Oggi ha concesso un’intervista a Sky in cui ha parlato non solo di Sampdoria ma anche del caso Sarri-Mancini. Queste le sue parole: “Si fanno sempre due pesi e due misure, io per un errore geografico ho preso 50 anni. Lui, invece, ne ha dette di ogni e ha preso due giornate. Nel calcio non siamo tutti uguali?” Per la cronaca Ferrero più di due anni fa fu inibito per tre mesi per aver etichettato il presidente dell’Inter Erick Thohir come ‘Filippino‘.

Poi ha parlato anche di mercato e dalla tv ufficiale della Samp ha commentato gli ultimi due arrivi, Alvarez per primo e poi quello concluso oggi di Dodò: “La gente si dimentica che con Alvarez siamo stati molto rapidi, abbiamo lavorato bene. L’unico problema è stato il permesso arrivato in ritardo e non se ne capisce il motivo. Adesso è arrivato Dodò e proveremo ad acquistare un altro paio di elementi per far felice il mister. Quanto mi hanno chiesto Eder e Soriano dall’Inter? Allora, Eder e Soriano restano qua. Non so, a me non è arrivato niente e se anche fosse arrivato, noi dobbiamo pensare a giocare col Napoli. Questa è la verità: non vendo nessuno!“.

Il tutto in attesa della sfida di domenica proprio con il Napoli di Sarri:”Col Napoli ce la giocheremo perché i ragazzi devono capire che quando vogliono non ce n’è per nessuno”.