Fassone svela il futuro dell’Inter: “Mazzarri e Hamsik…”

FassoneIl direttore generale dell’Inter Marco Fassone ha trattato diversi temi riguardanti la società nerazzurra, dalla conferma di Walter Mazzarri al calciomercato, passando per l’impatto avuto dal nuovo presidente Thohir in questi mesi.

Intervistato alla ‘Domenica Sportiva‘, Fassone esprime il suo giudizio sul tecnico nerazzurro: “Noi siamo molto soddisfatti dell’allenatore e del lavoro che ha fatto, tenendo presente la situazione particolare di quest’anno. Abbiamo vissuto un evento particolare per una società calcistica, una famiglia come quella dei Moratti che cede una parte della proprietà nel mezzo di una stagione calcistica, dopo anni in cui si sono alternati allenatori, dopo un sesto e un nono posto, con la situazione di quinto posto che abbiamo in questo momento. Se è confermato? Certamente sì, l’ha detto anche il presidente. Ha fatto bene a farmi la domanda, così togliamo ogni dubbio”.

Il calciomercato tiene già banco in casa Inter, il dirigente fa il punto della situazione: “Nilton? E’ uno dei giocatori che potrebbe ricoprire un ruolo a centrocampo importante per noi, vedremo.  Hamsik? E’ un ottimo giocatore, a Napoli l’ho conosciuto anche dal punto di vista professionale, indubbiamente anche il mister sarebbe contento. Ma è un giocatore del Napoli e come tale va trattato, la cosa è impercorribile”.

Fassone torna anche sull’acquisto di Hernanes, importante investimento di gennaio: “E’ stato preso a gennaio, una parte importante del suo valore dovrà essere pagata il prossimo anno e ne terremo conto. E’ stato un anticipo forse un po’ forzato, forse dal punto di vista squisitamente economico era un’operazione che non avremmo dovuto fare, ma abbiamo valutato che fosse importante farla, che fosse una necessità evidente che avevamo dal punto di vista tecnico. Col suo inserimento la squadra è progressivamente cambiata in un modo molto buono tra febbraio e l’inizio di marzo”.

Nelle ultime ore abbiamo assistito alla polemica tra Conte e Garcia, mentre nel pomeriggio di ieri è arrivata anche un’intervista di Seedorf non autorizzata dal club, Fassone non si sbilancia sulle due questioni: “Non entro nei dettagli della polemica Conte-Garcia. Quando parlano gli allenatori delle grandi squadre, si fanno sentire. Il fatto che ci sia un duello di dialettica tra gli allenatori che hanno portato le rispettive squadre al primo e al secondo posto a mio giudizio non è un male. E’ un peccato che non ci siamo noi tra quei due posti. Seedorf? Onestamente non so cosa sia successo. Normalmente ci sono delle regole all’interno della Società che riguardano i tesserati che devono chiedere le autorizzazioni per rilasciare le interviste”.

Fonte: goal.com