Fassone: “abbiamo ripreso Icardi”

Fassone
Marco Fassone

Il direttore generale dell’Inter, Marco Fassone, rivela: “Abbiamo ripreso Icardi per alcuni atteggiamenti. Mazzarri non si discute, Moratti conta più del 30%”.

Presente, futuro e passato. Marco Fassone racconta la sua Inter ai microfoni di ‘Radio Dejaay’. Dal mercato a Mazzarri, da Icardi al ruolo di Moratti. Il direttore generale nerazzurro non si è di certo tirato indietro, rivelando anche scomode verità.

Si parte dal capitolo tecnico: “Conosco bene Mazzarri, vedo come allena e come gestisce lo spogliatoio. L’Inter ha avuto risultati altalenanti negli anni e il mister ha colpe fino un certo punto. Mazzarri sta gestendo e pianificando bene e non puoi metterlo in discussione per i risultati e la carriera fatta.

Chiaro che il cambio di gestione all’interno di una società sia una delle cose più traumatiche e non solo per l’allenatore. Non gli abbiamo dato obiettivi, abbiamo chiesto al mister di ottenere il massimo possibile. Stare fuori dall’Europa per due anni di fila sarebbe problematico”.

Quindi Fassone tira le orecchie all’iperattivo Icardi: “E’ un giocatore di grande talento, certamente lo abbiamo ripreso per alcuni atteggiamenti”. E sul mercato spiega: “Torres? Alcuni nomi sono circolati e lo stesso presente ha ammesso che interessano”.

Il Dg dell’Inter si sofferma sull’attuale momento societario, ammettendo: “Non so nemmeno se definirla di transizione. Sportivamente siamo al termine di un ciclo straordinario, economicamente delicata dove si sta risanando. Diciamo che siamo tra la transizione e l’inizio di un ciclo nuovo. Moratti ha un’influenza che va ben oltre il 30%, vale ben di più del numero”.

Infine Fassone spiega il proprio rapporto con i tifosi nerazzurri: “Abbiamo avuto un colloquio, una chiacchierata. Per via del mio passato so di dover lavorare al 150% rispetto a un dirigente normale, ma poi parlano i numeri”.

Fonte: goal.com