Fair play finanziario: Roma a posto, Inter rimandata!

La commissione Uefa si è pronunciata sul discorso Fair play finanziario che riguarda Roma e Inter. E’ andata meglio ai giallorossi, a cui basta una cessione (Nainggolan?) per rientrare nei parametri e archiviare il “settlement”. Rimandati, invece, i nerazzurri sotto “settlement” anche per la prossima stagione di coppe, con restrizioni sportive e finanziarie. In attesa di giudizio il Psg, che deve vendere per 60 milioni entro il 30 giugno.

“La Camera Investigativa – si legge nel comunicato diffuso dalla Uefa – ha inoltre concluso che il Fenerbahçe, l’Inter e il Trabzonspor hanno parzialmente soddisfatto gli obiettivi fissati per la stagione 2017/18. Di conseguenza, le previste misure sportive condizionali, come le restrizioni sul trasferimento e la limitazione del numero di giocatori nell’elenco A, non saranno revocate e continueranno a essere applicate nella stagione 2018/19. Ulteriori contributi finanziari, se applicabili, verranno trattenuti come specificato in ciascun accordo. Il regime di settlement continuerà a ad essere applicato per la stagione 2018/19 sia per l’Inter che per il Trabzonspor”.

In sintesi la dirigenza nerazzurra dovrà valutare le spese fatte per il mercato negli ultimi due anni (da quando non è in Europa) e le entrate: dovranno essere in parità. E quindi dovrà pareggiare i conti. Se vuole fare mercato deve vendere.

Può esultare, invece, la Roma. “La Camera Investigatoria CFCB ha confermato che l’FC Krasnodar, l’FC Lokomotiv Mosca, l’AS Monaco FC, l’AS Roma e l’FC Zenit St Petersburg sono stati considerati in conformità con i requisiti e l’obiettivo generale dei loro accordi”. Con questa nota, apparsa sul sito della Uefa, si fa presente che la società giallorossa ha rispetto i paletti imposti dal Fair Play Finanziario. Non ci sarà nessuna multa per la società che esce così dal regime di settlement agreement.

Rimane in attesa di giudizio il Psg, con cui la Uefa ha usato una mano leggera. I parigini, infatti, saranno costretti a vendere per 60 milioni di euro entro il 30 giugno per non finire nuovamente nell’occhio del ciclone. Una cifra che appare irrisoria, visto la rosa della squadra francese è piena zeppa di campioni. Una buona notizia anche per Gigi Buffon, il cui sbarco a Parigi a questo punto non appare più in dubbio

INTER, ROSA A 22 GIOCATORI
“FC Internazionale Milano prende nota di quanto comunicato dalla UEFA nella giornata odierna: il break-even per la stagione 2016-2017 è stato raggiunto, resta in vigore il settlement agreement fino a giugno 2019 e permarranno le restrizioni per la rosa delle competizioni europee a 22 giocatori, oltre alla necessità di mantenere un equilibrio tra i valori delle titolarità dei calciatori acquisiti e ceduti”.