Eto’o: “Mi vogliono ammazzare”

Parole durissime quelle pronunciate venerdì da Samuel Eto’o. L’attaccante dell’Anzhi si trova a Mbankomo, insieme ai suoi compagni di Nazionale del Camerun con i quali si prepara ad affrontare il Togo per le qualificazioni ai Mondiali 2014. Ma l’ex interista si rifiuta di mangiare insieme al resto del gruppo, perché ha paura di essere avvelenato.

“La Federazione vuole assassinarmi, ho ricevuto minacce di morte e vivo sotto scorta”, ha confessato l’ex numero 9 dell’Inter, che mesi fa aveva pesantemente polemizzato con i vertici del calcio camerunense, definendoli “tutti corrotti”.

Allontanato dai ‘Leoni Indomabili’, è ora tornato in gruppo, ma teme per la sua incolumità e vive da eremita, mangiando da solo in camera e comprandosi personalmente cibo, bevande e indumenti per svolgere gli allenamenti. “Non mangio con i miei compagni, perché temo di essere avvelenato”, ha aggiunto.

Già qualche settimana fa il giocatore aveva denunciato di temere di essere ucciso.

Fonte: sport.it.msn.com