ESCLUSIVA – Giulio Tedeschi (Ag. Fifa): “Pioli merita la conferma. Su Gagliardini e Suning dico…”

Il pareggio ottenuto contro il Torino potrebbe aver spento definitivamente le ultime velleità di raggiungere il terzo posto. Tra nuovi e vecchi accostamenti di allenatori, e le grandi promesse estive di Suning, abbiamo interpellato, in esclusiva, l’agente FIFA Giulio Tedeschi, per tentare di fare luce su quella che è la situazione tra le mura di Appiano Gentile.

Pioli, nonostante qualche passo falso, ha svolto un grande lavoro da che siede sulla panchina nerazzurra. Merita la riconferma per la prossima stagione? 

L’arrivo di Pioli è stato fondamentale per l’Inter. L’ex tecnico della Lazio ha dimostrato di meritare la riconferma con i fatti: squadra ben messa in campo, carisma e stile nelle risposte. Tutto quello che fino a prima del suo arrivo non si era visto.

Il secondo uomo della provvidenza nerazzurra è stato Roberto Gagliardini. È nata una nuova stella sulle orme di Vieira e Cambiasso, o siamo dinnanzi a un nuovo tipo di giocatore?

Siamo dinnanzi a Roberto Gagliardini. Ne Patrick Vieira, o Esteban Cambiasso, ma un giocatore moderno, capace di abbinare fisicità e tecnica. Se si riuscisse ad affiancargli un giocatore di spessore internazionale, Gagliardini potrebbe spaccare la partite.

Sui principali quotidiani sportivi si fanno grandissimi nomi per la prossima stagione. Ci dobbiamo aspettare colpi spumeggianti, da parte di Suning?

I nomi letti sui quotidiani sono, in buona parte, illazioni giornalistiche. La strategia di Suning, di cui non si conoscono appieno le potenzialità economiche, probabilmente sarà dettata dal piazzamento finale. Sicuramente, la qualificazione in Champions, qualora arrivasse, sarebbe un incentivo importante.

La proprietà cinese è vicina alla squadra, come testimonia la costane presenza di Zhang Jr. Quanto può giovare questa nuova politica societaria?

Una strategia di questo tipo, è molto importante. Una dirigenza che vive sul campo le problematiche di squadra, oltre a quelle economiche, e non si trova dall’altra parte del mondo, non può che fare bene a una società come l’Inter.

Lo scudetto sarà ancora utopia, il prossimo anno, o la musica cambierà, con l’Inter che dirà la sua?

Questa risposta, per essere completa, dovrà essere formulata in funzione del tipo di mercato che Ausilio svolgerà, anche se in linea di massima, la distanza con la Juventus è ancora siderale. Potrebbe tuttavia rappresentare un ulteriore passo nel processo di crescita dell’Inter.

Ringraziamo Giulio Tedeschi per la disponibilità e cortesia.

 

Sono un ragazzo di 24 anni, con una smodata passione per l’Inter. Da sei anni seguo la squadra a San Siro.
CONDIVIDI