Era la notte del 22 maggio 2010, l’Inter diventava leggenda!

Campioni d’Europa. Campioni d’Europa. Campioni d’Europa. Il cielo è nerazzurro sopra Madrid. Interisti, abbracciatevi forte. Il sogno è diventato realtà, l’attesa durata 45 anni è finita.”

Son passati cinque anni da quella magica notte, ma quelle parole e le emozioni indescrivibili di quella partita, sono insite e vive in ognuno di noi, l’Inter di Moratti, l’Inter di Josè Mourinho, tornava sul tetto d’Europa dopo ben quarantacinque anni, guidata da un Principe, il Principe per eccellenza, Diego Alberto Milito, che con quel numero 22 come per un fantastico segno del destino, siglò la vittoria con una doppietta da fenomeno.

Quella sera si scrisse un’importantissima pagina di storia per il calcio italiano, quella vittoria, dopo i titoli vinti il cinque (coppa Italia) ed il sedici Maggio (scudetto), fu sera del Triplete, e l’Inter, prima squadra in Italia a centrarlo, divenne leggenda.

Ci saranno squadre che proveranno a raggiungerlo, ci saranno squadre che probabilmente riusciranno a centrare come noi quell’obiettivo, ma potranno solo imitarci.

Dopo cinque anni è cambiato quasi tutto, son cambiati i giocatori, è cambiato il Presidente, ed è cambiata anche la posizione occupata in classifica, ma una cosa nonostante tutto non è cambiata e non cambierà mai, l’amore per i nostri colori, la fede nella nostra squadra.

A dimostrarlo, gli abbonamenti già sottoscritti o rinnovati, prima ancora della fine del Campionato, perché il vero interista “è abituato a soffrire ma non molla mai, non abbandona mai la barca nel momento del bisogno”.

Oggi probabilmente addolciti dai ricordi, siamo un po’ meno furiosi nei confronti della nostra squadra e più sentimentali, o magari proprio il ricordo di quel che eravamo ci fa arrabbiare maggiormente riflettendo sulla situazione attuale, ma in un caso o nell’altro pensando a quella notte, non può non scapparci un sorriso, quindi: buon anniversario interisti!