Epopea M’Vila, il Rubin Kazan fa causa all’Inter

La storia di Yann M’Vila con l’Inter è nata e finita male. In estate il centrocampista fece di tutto per formalizzare il suo trasferimento in nerazzurro (ostacolato da continui problemi burocratici), ma a distanza di qualche mese il suo prematuro addio rischia di finire in tribunale.

Pare infatti che il Rubin Kazan – club russo proprietario del cartellino del giocatore – sia intenzionato a fare causa ai nerazzurri, colpevoli di aver svalutato nettamente il valore del cartellino di M’Vila con la rescissione del contratto (peraltro consensuale) avvenuta in gennaio.

Il Rubin, spiega ‘La Gazzetta dello Sport’, ha inviato una lettera all’Inter con la quale comunicava di essere più che deciso a portare la questione in tribunale. M’Vila, infatti, è attualmente fermo dopo la rescissione con l’Inter ed è tornato in Russia in attesa di capire quale sarà il suo futuro.

L’Inter, dal canto suo, ha provato a spiegare al Rubin che M’Vila era stato praticamente ceduto allo Swansea durante la finestra invernale di calciomercato, ma poi la trattativa è improvvisamente fallita e non per colpa del club di Thohir.

Una versione dei fatti che il Rubin non pare prendere troppo in considerazione. Dopo il caso Osvaldo, quindi, l’Inter si prepara ad affrontare la questione M’Vila, trasformatasi in una vera e propria epopea.

FONTEgoal.com