Emergenza-Inter e Thohir va in Francia

La notizia è che Erick Thohir medita di seguire l’Inter (e Mazzarri) a Saint Etienne, giovedì, notte fondamentale: non per il cammino in Europa League, comunque agevole, ma per capire la squadra, l’allenatore e questo autunno di crisi. La notizia-bis è che ufficialmente questo viaggio meditato (non deciso) deriva dal vertice Uefa-Inter a Nyon, venerdì 7 novembre, per parlare di fair-play, di bilanci, di sanzioni che il club rischia, e vorrebbe evitare.
Messe insieme, le due informazioni vogliono dire quanto sia grande, in queste ore, il pensiero nerazzurro a proposito di panchina e di una squadra insicura di tutto ciò che fa. L’insicurezza totale che la conduce a prestazioni logiche, per esempio contro la Sampdoria e in parte con Napoli, e a ricadute continue, questa di Parma, dopo quella col Cagliari e la Fiorentina.
L’analisi della crisi è legata a Walter Mazzarri, al di là delle parole di circostanza e di quel “blocco” contrattuale che renderebbe impossibile l’esonero (ma non è così). E per questo il viaggio, ripetiamo: meditato, non deciso, di Thohir a Saint Etienne rientra in questa verifica diretta, per andare a Nyon e aspettare poi Inter-Verona con un quadro preciso e decisioni da prendere senza imposizioni contrattuali.

Fonte: Sport Mediaset