Emergenza centrocampo per il derby

Il bicchiere mezzo pieno sono i tre gol di Verona e il ritorno al successo, con la firma, peraltro, di un Palacio in grande spolvero. Il bicchiere mezzo vuoto, a una settimana dal derby, appuntamento che conta, è un centrocampo ridotto ai minimi termini dalle squalifiche. Guarin e Brozovic, diffidati e ammoniti al Bentegodi, saranno squalificati. Kuzmanovic, parola del Mancio, recupererà difficilmente. Tra i titolari, quindi, resta Medel.

Contro il Milan, dunque, Mancini dovrà inventarsi qualcosa. Medel a parte, i giocatori a disposizione in mezzo al campo saranno Obi, Hernanes e Kovacic. Di talento, quindi, volendo ce n’è. Resta da capire quanto il tecnico nerazzurro abbia intenzione di rischiare in termini di copertura difensiva. Hernanes a Verona è sembrato rinato. Ha giocato un’ottima partita, entrando spesso nel vivo del gioco, ma ha dato il meglio alle spalle delle punte, un ruolo che, a sensazione, contro i rossoneri potrebbe e dovrebbe ricoprire Shaqiri. Il brasiliano sarà quindi arretrato al fianco di Medel dove, nelle ultime settimane, ha sempre giocato Guarin. Resta una maglia da assegnare tra Kovacic, per un’Inter che sarebbe però decisamente sbilanciata, e Obi, che garantirebbe più corsa e più copertura del croato. Nessun dubbio, invece, per l’attacco. Icardi, ancora a segno, non si tocca e, al suo fianco, ci sarà ancora Palacio, cui basta sentire l’aria del derby per tornare ai vecchi splendori. A Verona l’argentino è stato l’uomo in più di Mancini. Ha segnato e fatto segnare, preso un palo e corso moltissimo. Tanto basterà per relegare una volta ancora in panchina Podolski.

FONTESport Mediaset