Eintracht-Inter 3-1, passo indietro dei nerazzurri

Eintracht-Inter 3-1
Eintracht-Inter 3-1

Passo indietro dell’Inter rispetto alle altre amichevoli estive, i ragazzi di Mazzarri perdono per 3-1 a Francoforte contro l’Eintracht, sconfitta che in ogni caso non deve far preoccupare più di tanto i tifosi, i meneghini erano reduci da quattro giorni di riposo e due soli allenamenti.

L’Inter parte bene controllando e facendo la partita, la prima occasione è però per i padroni di casa che al 18′ su azione d’angolo sfiorano il vantaggio di testa, sull’incornata di Lanig è ottima la risposta di Handanovic. Dopo il rischio corso la squadra di Mazzarri reagisce e cinque minuti più tardi si porta avanti con Ruben BottaNagatomo effettua un gran cross da sinistra dopo un azione orchestrata da Obi e M’Vila che pesca l’argentino in area, il numero 19 impatta al volo e porta i nerazzurri in vantaggio. Fatto il gol però l’Inter smette di giocare ed in pochi minuti subisce una clamorosa rimonta con Vidic e compagni palesemente meno brillanti rispetto alla Guinness Cup dopo i quattro giorni di riposo.

Tra il 26 e il 38′ l’Eintracht segna tre volte e vola sul 3-1, risultato col quale si andrà all’intervallo, le marcature tedesche portano la firma di Piazon che sfrutta un buco difensivo, Seferovic che insacca da sotto porta ed ancora l’ex Fiorentina con un tap-in susseguente ad una traversa di Valdez. Ad inizio di secondo tempo l’Inter torna in campo con 5 giocatori diversi, segno che per Mazzarri il match viene considerato come una pura sgambata. Nella ripresa succede poco o nulla, i padroni di casa si limitano a controllare il vantaggio, i nerazzurri badano più che altro a non farsi male ed a conceder minuti a coloro che si sono aggiunti alla squadra non da inizio preparazione vedi GuarinHernanes e Nagatomo.

Fonte: europacalcio.it