Eder crede nello Scudetto: “Possiamo riprendere Napoli e Juve”

Arrivato all’Inter nella sessione di calciomercato invernale, Eder ci ha messo poco a diventare una pedina importante per Roberto Mancini grazie soprattutto alla sua duttilità in campo. Intercettato a margine di un evento Nike, l’attaccante non si fascia la testa dopo il passo falso di Verona.

“I goal sono arrivati da tre episodi uguali in una partita in cui l’Inter ha fatto bene – ha commentato l’ex Sampdoria -. In classifica siamo sempre lì, restamo positivi e guardiamo avanti. Domenica c’è una partita importante, ci sono tanti punti in palio da qui alla fine del campionato. Normale che la partita venga giudicata per il risultato, ma l’Inter ha creato e fatto molto di più rispetto al Verona. Rivedremo le palle da fermo, perché come ha detto il mister prendere tre goal così ci penalizza”.

Eder non ha ancora trovato la posizione ideale nello scacchiere di Mancini, ma la cosa non lo impensierisce più di tanto: “Se rischio di bruciarmi all’Inter? Ci sono tanti problemi nel mondo, non credo di correre questo rischio. Abbiamo tanti punti, dobbiamo allenarci bene e poi il risultato arriva”.

L’attaccante non ritiene chiuso il discorso Scudetto: “Juventus e Napoli sono scappate e il distacco ora è di tanti punti, ma come loro hanno passato momenti difficili all’inizio mentre l’Inter volava adesso sta accadendo a noi e chissà non possa ricapitare anche a loro. Quando ci sono così tanti punit disponibili bisogna crederci sempre”.

Infine il centravanti rivela l’interessamento del Leicester nei suoi confronti: “Ringrazio Ranieri, è vero, abbiamo parlato, sono contento delle sue parole. Ma l’adattamento in Inghilterra non sarebbe stato facile e quando ho saputo dell’interesse dell’Inter, conoscendo la sua grandezza e la sua storia, ho subito accettato. Faccio un in bocca al lupo a Ranieri perché è una grandissima persona e un grande allenatore. Spero vinca la Premier”.