Drogba: “Andrei all’Inter come vice Icardi”

L’Inter è partita per la Cina, e tra i convocati, per quel che riguarda l’attacco, solo due giocatori avranno la certezza di far parte della formazione titolare, ovvero Mauro Icardi e Rodrigo Palacio. Dopo aver sfoltito la rosa, potrebbe essere necessaria la ricerca di un partner da affiancare al tandem argentino, possibilmente senza spendere un capitale. E molto casualmente, c’è un candidato speciale, che è pure svincolato. Il giocatore in questione è Didier Drogba, che dopo aver terminato il suo rapporto con il Chelsea di Josè Mourinho, è rimasto senza una fissa dimora. Ai microfoni di fcinter1908.it, il centravanti ivoriano si è dichiarato disposto ad ascoltare eventuali proposte dal club di Via Durini, definendolo un grande club.

Perchè si può fare e i rischi

Vari sono i motivi che spingono a considerarlo un affare fattibile. Innanzitutto Drogba è svincolato, quindi si può trattare senza dover aprire i cordoni della borsa. Garantirebbe inoltre peso e tecnica in attacco. Un giocatore come lui ha segnato più di centosessanta goal negli anni al Chelsea, e vinto quasi tutto quello che c’era da vincere. Inoltre la Serie A, campionato nel quale non ha mai militato, e potrebbe significare nuovi stimoli per un giocatore che ha ancora fame di titoli.

Non è però un affare privo di controindicazioni. Infatti l’età e lo stipendio costituiscono uno scoglio pesante. L’ivoriano va verso i trentotto anni e al Chelsea percepiva un lauto stipendio. Si attendono sviluppi in tal senso.