In difesa non solo Cannavaro

Lesione al bicipite femorale della coscia destra per Walter Samuel e all’Inter è nuovamente emergenza in difesa. Campagnaro sta tornando da un lungo periodo costellato di stop variegati al piede e alla coscia. Del rientro di Chivu ormai si fatica a parlare e la titolarità di Marco Andreolli, purtroppo per lui, non è nei piani di Walter Mazzarri. Ci siamo raccontati in questi giorni della forte necessità di intervenire sul mercato invernale per garantire all’allenatore toscano un attaccante e un esterno di ruolo, ma anche il reparto arretrato non ha, ad oggi, i numeri adeguati per reggere l’impegno di un’intera stagione.

Andrea Ranocchia, Juan Jesus e Rolando hanno dimostrato, nella gara contro la Roma, che nelle sfide decisive manca ancora quell’esperienza e quella capacità di leadership fondamentale in partite decisive come gli scontri diretti. E allora è facilmente ipotizzabile che una delle ormai celebri ‘liste’ stilate da Walter Mazzarri comprenda fortemente il ruolo del difensore centrale possibilmente di grande carisma e personalità.

La trattativa anche soltanto ipotizzata fra Inter e Napoli lungo i binari di uno scambio fra Paolo Cannavaro e Andrea Ranocchia va chiaramente in questa direzione, ma dall’Inter la risposta è stata netta: Ranocchia non si vende. Lo stesso giocatore ha recentemente dichiarato come il suo futuro, almeno per quest’annata sarà all’Inter e, a fine anno e di fronte ad un ricco adeguamento di contratto, sarà contento di firmare il rinnovo con il club nerazzurro.

Il Napoli, dal canto suo, ha in seno il problema legato al suo ormai ex-capitano. Cannavaro ha voglia di giocare e sarebbe disposto, dopo 6 stagioni da titolare, a lasciare la città partenopea per trovare minuti importanti. Il prezzo è fissato in 4 milioni di euro, e, anche qui, l’Inter ha voluto ribadire il suo fermo no. Cannavaro piace a Mazzarri, ma per un giocatore di ormai 32 anni che ha rotto con la propria società non ha alcuna intenzione di fare uno sforzo economico. Se dovesse liberarsi a zero ben venga, altrimenti i dirigenti nerazzurri sono pronti a cambiare obiettivi.

Nella giornata di ieri è circolata un’indiscrezione su un possibile inserimento del Parma nella corsa al difensore partenopeo, che già in passato ha vestito la maglia dei ducali; e se arrivasse proprio da Parma l’alternativa presente nella lista nerazzurra? Gabriel Paletta sa adattarsi in ogni ruolo della difesa a tre, ha l’esperienza necessaria a guidare la linea difensiva nerazzurra e ha un valore aggiunto non trascurabile quando si parla di Inter: è argentino!

Fonte: calciomercato.com