Diarra-Inter, contatti continui. L’entourage pressa la FIFA per avere verdetto in tempi brevi. Il contratto…

Non solo Shaqiri nel mercato in entrata dell’Inter. Ultimata la pratica Podolski e in attesa dell’incontro decisivo con il Bayern Monaco per lo svizzero, la dirigenza nerazzurra non perde di vista il rinforzo a centrocampo chiesto e scelto da Roberto Mancini: Lassana Diarra.

La sua situazione è nota: il centrocampista classe ’85 si ritiene libero dal contratto con la Lokomotiv Mosca, mentre il club russo lo considera ancora un suo giocatore e per cederlo si aspetta un indennizzo. La parola è alla FIFA, che ancora non ha preso una decisione e solitamente, in certe faccende, non brilla per rapidità. Per questa ragione l’entourage del francese è in costante contatto con la principale istituzione del calcio mondiale e auspica un verdetto in tempi brevi, non quelli previsti ma neanche oltre il mese di gennaio, periodo di calciomercato.

La volontà dell’Inter è di tesserare Diarra solo se svincolato, le visite mediche sostenute hanno dato esito soddisfacente e la dirigenza lavora anche a un’uscita in mediana per fargli spazio nella rosa attuale. Ma senza il responso della Fifa sarebbe tutto inutile. Nel frattempo, qualora la società milanese rinunciasse ad aspettare il giocatore, per lui si aprirebbero altre possibilittà Non mancano infatti in Europa le proposte d’ingaggio, anche da parte di società importanti. Con i nerazzurri, comunque, c’è già un accordo di massima su duranta ed entità dell’ingaggio, i contatti tra club ed entourage sono frequenti e c’è grande ottimismo per la buona riuscita della trattativa. FIFA permettendo.

FONTEfcinternews.it