I dettagli del nuovo progetto

Niente Psg, niente Manchester City. Il modello che l’Inter di Thohir dovrà creare sarà qualcosa di differente: nessuna volontà di spendere cifre fuori dal comune, esponendosi con sacrifici fuori dalla portata di una società che solo da poco sta cercando di respirare a livello economico e sta intraprendendo la strada dell’autofinanziamento. Le firme in arrivo nella sede parigina di Lazard, banca dalla tradizione assai radicata in operazioni di questo genere, sono la garanzia assoluta del superamento degli scogli che stavano contraddistinguendo una trattativa ricca di difficoltà e soprattutto di cambiamenti repentini ed inattesi. A partire dalla decisione della società interista di siglare un rinnovo a lunghissima scadenza con Nike, passando per il sostanziale disimpegno di Thohir Senior. Sarà il patrimonio del figlio Erik, e solo il suo, ad essere coinvolto nella trattativa. Ovviamente nell’attesa di coinvolgere appieno oltre al socio Roeslani, anche il gruppo Bakhrie che coinvolge una potenza economica con pochi eguali nel mondo.
Il tira e molla inevitabile sulla cifra che finirà alla famiglia Moratti sembra finalmente terminato, ancora pochi giorni (deadline fine mese) e l’Inter inizierà una nuova era inesplorata ma allo stesso tempo anche assolutamente stimolante.

Fonte: tuttomercatoweb.com