De Boer duro: “Kondogbia non è giovane. Se non ascolti, vai fuori”

Frank de Boer sta cercando di imprimere una nuova mentalità all’Inter, come dimostrano le sue parole post Bologna: “A 23 anni non sei più giovane. Chi non ascolta sta fuori”.

Il pareggio di San Siro contro il Bologna ha frenato la rincorsa dell’Inter alle posizioni di vertice della classifica di Serie A. Ma dalle parole del tecnico nerazzurro Frank de Boer nel post partita si è capito chiaramente che un nuovo corso è iniziato e certi comportamenti da parte di alcuni giocatori non saranno più tollerati.

Nel mirino dell’ex difensore sono finiti in particolare Geoffry Kondogbia e Marcelo Brozovic, ma più in generale, tutti quei giocatori attualmente in rosa che non si sono ancora allineati alla nuova mentalità che de Boer sta tentando di imprimere alla squadra.

De Boer: “Kondogiba? Se non capisce… “

“Se non vuoi ascoltare, ascolti lo stesso, altrimenti vai fuori. – ha spiegato l’ex tecnico dell’Ajax nel post partita motivando la sostituzione nel primo tempo del francese – Qui non abbiamo tempo di aspettare nessuno. Ne avevamo parlato tanto in mattinata, dopo il forfait di João Mario“.

“Gli era stato chiesto di giocare semplice, – ha spiegato de Boer – soprattutto spalle alla porta, nelle zone più calde. Sono cose che ripetiamo da tempo, ma se non vuoi ascoltare… Non puoi non capire ancora dove va azzardata la giocata e dove invece è necessaria la cosa più semplice. Ripete spesso certi errori, anche sul goal del Bologna: forse c’era fallo su di lui, comunque non conta, aveva la possibilità di scaricare palla in sicurezza con due compagni liberi lì vicino”.

“Fare errori in partita non è un problema, ci sta, – ha chiarito l’olandese – ciò che non accetto è sbagliare perché non si vuole ascoltare. E’ un giovane? No, a 23 anni per me non sei più un giovane, devi dare determinate garanzie. I giovani hanno 19-20 anni al massimo”.

FONTEgoal.com