D’Ambrosio: la sua duttilità tattica arma di Pioli. Pronto il rinnovo fino al 2020?

Danilo D’Ambrosio ha avuto la pazienza di aspettare il suo momento ed ora il ragazzo di Napoli ha trovato una grande continuità di rendimento. Con Pioli ha saltato soltanto il secondo tempo contro l’Empoli, a causa di un trauma contusivo addominale. Per il resto, sempre presente, ma quasi mai nella stessa posizione. Perché la duttilità è uno dei pezzi forti di Danilo.

È soprattutto grazie a lui infatti che l’Inter può alternare senza scompensi la difesa a tre e a quattro. Pur essendo destro di piede, D’Ambrosio si è sempre adattato anche a sinistra. Soprattutto in una rosa in cui ci sono quattro terzini destri e nessuno mancino.

Proprio lui che in granata era esploso come esterno in un centrocampo a cinque, può giocare anche alto nel 3-4-2-1 (varato contro la Juve) oppure muoversi nella difesa a tre e all’occorrenza anche da centrale in una linea a quattro. Se a questo si somma la condizione fisica, si capisce come mai a D’Ambrosio Pioli non vuole e può rinunciare.

FONTEfcinter1908.it