Data la delicata situazione economica e societaria, l’Inter non può pianificare il prossimo calciomercato. Con il via libera di Suning, i dirigenti hanno accelerato fronte rinnovi dei big, trovando degli accordi di massima per alcuni di essi. Il punto da Bastoni a de Vrij fino a Barella, Lautaro Martinez e forse una new entry.

BASTONI – Il contratto del difensore scade nel giugno 2023 a fronte di uno stipendio di circa 1,5 milioni. Col suo entourage è stato già raggiunto un accordo di massima per il prolungamento fino al giugno 2025, con aumento dell’ingaggio fino a 2,5 milioni.

DE VRIJ – L’attuale accordo dell’olandese scade nel 2024. Negli incontri avuti con Raiola, suo agente, il club di viale della Liberazione sembrerebbe aver trovato una intesa fino al giugno 2025 a fronte di un innalzamento degli emolumenti da 3,8 a circa 5 milioni a stagione.

BARELLA – Tra i più corteggiati in Europa assieme a Lukaku e Lautaro, con l’entourage della mezz’ala non ci sarebbe ancora un accordo. Accordo che potrebbe venir raggiunto sulle cifre di de Vrij e, come vedremo, di Lautaro: 5 milioni fino al 2025.

LAUTARO MARTINEZ – Il rinnovo di Lautaro Martinez è stato apparecchiato nei diversi incontri a Milano coi suoi agente nelle passate settimana: l’argentino firmerà fino al 2024 a circa 5 milioni coi bonus, cifre ben lontane da quelle richieste un anno fa e proposte dal Barcellona. La novità è che potrebbe sparire la clausola da 111 milioni.

PERISIC – Ecco la new entry di cui parlavamo. Il croato si è preso la titolarità della fascia mancina a suon di grandi prestazioni, specie l’ultima ieri nel derby. In scadenza nel 2022, l’Inter potrebbe proporgli un prolungamento fino al giugno 2023 con ‘spalmatura’ dello stipendio da 5,5 milioni bonus inclusi.

Tralasciando il rinnovo eventuale di Perisic, per gli altri quattro l’Inter metterebbe in conto un investimento di 128-130 milioni di euro.