Criscito-Inter, c’è la carta Guarin. Ma Fredy adesso aspetta altre soluzioni

CriscitoRitorno di fiamma fra Domenico Criscito e l’Inter. Il terzino dello Zenit piace da tempo ai vertici di Corso Vittorio Emanuele II, che adesso sembrano essersi decisi a portare avanti i discorsi con il club di San Pietroburgo. Per sbloccare l’affare i nerazzurri potrebbero servirsi della carta Fredy Guarin: “Sia l’Inter che la Roma si sono affacciate – spiega l’espetto di mercato di Sky Sport Luca Marchetti -.

I giallorossi rischiano di trovarsi scoperti sulla fascia sinistra con gli infortuni di Dodò e Balzaretti, mentre l’Inter ha già elementi in grado di giocare sia a destra che a sinistra come Nagatomo e D’Ambrosio ma sta cercando comunque un esterno sul lato mancino. Ci sono stati già i primi contatti fra i due club, l’idea dello Zenit per favorire la trattativa è quella di far inserire ai nerazzurri Guarin. L’Inter è in vantaggio rispetto alla Roma, anche per una questione di contatti diretti con l’entourage del giocatore.

Sentiamo parlare di Criscito da tempo ma si tratta di un ragazzo ancora giovane – prosegue il giornalista -, sa fare sia il centrale in una difesa a tre che l’esterno di spinta. Inoltre è cresciuto in un vivaio italiano e questo dato aiuta sempre per le liste UEFA. Guarin in questo momento ha in testa un altro tipo di soluzioni che però non sono sul tavolo. La Juventus è rimasta nel suo cuore. Ricordiamo che in inverno l’operazione era conclusa, quindi la porta rimane aperta. L’Inter valuta il colombiano 18 milioni di euro e vorrebbe solo cash.

Non è quindi un’operazione semplice ma il calciomercato è ancora lungo. Lo Zenit potrebbe interissargli, ma Guarin al momento è focalizzato su squadre come la Juve o il Chelsea che l’aveva sondato. Bisogna però valutare cosa effettivamente porterà il mercato”.

Fonte: fcinternews.it