Coppa Italia, per Inter-Juventus ci sono due malumori bianconeri

Sono state fissate le date delle due semifinali di andata di Coppa Italia. Il 26 gennaio l’Alessandria ospiterà il Milan all’Olimpico di Torino, mentre il 27 gennaio l’Inter farà visita alla Juve allo Juventus Stadium. Le gare di ritorno vedranno lo Stadio di San Siro ospitare due partite probabilmente nell’arco di due giorni: l’1 marzo sarà il Milan il padrone di casa, il 2 marzo l’Inter. Quest’ultima data, però, non è ancora stata ufficializzata.

E la Juventus non è molto d’accordo che la sua partita di ritorno contro l’Inter si disputi a così breve distanza da quella del Milan. Il motivo è presto detto: lo stadio di San Siro riuscirà a reggere due gare nell’arco di 24 ore?

La paura dei bianconeri non è solo quella di non riuscire a giocare come si vorrebbe su un terreno di gioco che, a causa della partita del giorno prima, potrebbe essere ridotto in cattive condizioni, ma si temono soprattutto eventuali infortuni dovuti alle condizioni del campo proprio solo due settimane prima del ritorno degli ottavi di finale di Champions League contro il Bayern Monaco.

Secondo l’Inter non esisterebbero più tali problemi per lo Stadio di San Siro, che in effetti da quando è stato impiantato il terreno misto naturale-artificiale non ha più dato tanti problemi quanto a tenuta ed ha anche già ospitato due partite nell’arco di due giorni con una buona tenuta del terreno di gioco.

La Juventus, però, non vorrebbe correre rischi e potrebbe ottenere lo spostamento della partita al giorno dopo, giovedì 3 marzo. Questo, però, costringerebbe la Juventus a giocare con tempi più ravvicinati la gara di campionato contro l’Atalanta, che dovrebbe disputarsi domenica pomeriggio.

La Juventus, poi, si è lamentata anche per l’assenza nelle semifinali di Coppa Italia degli arbitri di porta, che sono previsti solo in occasione della finale. Secondo i bianconeri l’assenza dei collaboratori nei pressi dell’area obbliga gli arbitri a dirigere il match in maniera diversa rispetto al campionato. Anche di questo si parlerà in occasione dell’assemblea di Lega prevista per venerdì prossimo.