Conte chiede 11,6 milioni a stagione, ma non pone paletti

L’Inter insisterebbe ancora per Antonio Conte, ma lui insisterebbe a sua volta sull’ingaggio: La Gazzetta dello Sport stamane rilancia nuovamente le voci, già circolate negli ultimi giorni, riguardanti le presunte stratosferiche richieste di stipendio dell’ex allenatore del Chelsea (ancora sotto contratto con i Blues, con i quali è in causa per una buonuscita milionaria) per approdare la prossima stagione sulla panchina nerazzurra al posto di Luciano Spalletti. Un contratto triennale da 11,6 milioni di euro a stagione (perfino più dei 10 milioni di cui si parlava giorni fa) sarebbe l’ultima pretesa di Conte, che però non porrebbe come prerequisito fondamentale per la scelta della sua prossima destinazione la partecipazione alla Champions League, dell’Inter come di altre squadre.

Proprio per tale ragione, oltre ai nerazzurri, resterebbero tecnicamente in corsa per il tecnico leccese anche Milan e Roma (ancora in corsa per il quarto posto), altre società che nei mesi scorsi avevano svolto sondaggi per la panchina. In Italia probabilmente però l’unico club al momento davvero in grado di assicurare a Conte tutte le garanzie (anche economiche) di cui necessiterebbe è la Juventus: l’ex commissario tecnico della Nazionale tornerebbe volentieri sulla panchina bianconera qualora Massimiliano Allegri optasse a fine stagione (ipotesi al momento improbabile) per una nuova esperienza. All’estero invece, tramontata l’ipotesi Manchester United (su cui Conte puntava forte) con la riconferma di Ole Gunnar Solskjaer anche per l’anno prossimo, non restano più moltissime opzioni.