Il Como pensa a Gnoukouri

La Serie B è sempre stata una vetrina importante per i giovani desiderosi di mettersi in mostra. Non fanno eccezione i molti ragazzi provenienti dal vivaio della nostra Beneamata, che nel campionato cadetto hanno avuto modo, in passato, di esprimersi ad alti livelli. Tante sono state le squadre che hanno usufruito dei talentuosi canterani nerazzurri, e tante continuano a farlo tuttora. Raffaele Di Gennaro e Daniel Bessa sono i due prospetti probabilmente più interessanti. Il primo è il titolare della porta del Latina ed ha un rendimento piuttosto costante, mentre l’italo-brasiliano è uno dei pochi a salvarsi nel Como, ultimo in Serie B. Proprio la formazione lariana, reduce da un terribile girone d’andata che la vede relegata nei bassifondi della classifica cadetta, ha di recente espresso il proprio interesse per un canterano nerazzurro che fatica a convincere Mancini. Il ragazzo in questione è Assane Gnoukouri.

Troppa panchina
Gnoukouri, dopo aver disputato un ottimo precampionato, posto in risalto anche dalle dichiarazioni del suo allenatore, è stato sovrastato nelle gerarchie da tutti gli altri centrocampisti in rosa. L’unica chance da titolare è stata la prima giornata, nel match vinto contro l’Atalanta. Poi, fino a dicembre, nel match contro il Cagliari di Coppa Italia, del ragazzo di Divo si sono perse le tracce. E la panchina non può certo servire a un giovane di appena diciannove anni.

Valorizzare i giovani
Ed è in questo modo che entra in gioco la società comasca. Infatti, dopo aver valorizzato Bessa, che a fine stagione potrebbe addirittura fare ritorno all’Inter, potrebbe far lo stesso con Assane. Il Como ha un disperato bisogno di giocatori di classe per tentare di raggiungere la salvezza, e il numero ventisette dell’Inter potrebbe essere il tassello giusto. Insomma, sarebbe una soluzione dai duplici risvolti. Per i lariani innanzitutto, perchè potrebbe aiutare a risalire la china, ma anche per il giocatore, che si farebbe le ossa e potrebbe veramente convincere il mister Jesino a puntare su di lui. Ora la palla passa al giocatore ivoriano, dato vicino al Carpi, ma forse tentato dall’esperienza nella città in riva al lago.

Si attendono eventuali sviluppi per smentite o conferme.