Col Sassuolo ingraniamo la settima

Sono 7 le meraviglie del mondo, 7 le note musicali, 7 i nani di Biancaneve, e 7 anche i gol che di solito segnamo al Sassuolo. Indubbiamente un bel numero, questo 7.

Una storia molto breve, quella delle partite giocate finora tra Inter e Sassuolo, ma piena di gol. Solamente tre incontri, che hanno avuto luogo nelle ultime due stagioni. Da quando cioè questa squadra , abituata a militare in campionati di C1 o C2, è riuscita a salire prima in Serie B nel 2008 (guidata da Allegri), e poi addirittura in Serie A nel 2013.

Alla quarta giornata del campionato scorso, il Sassuolo aveva saggiato l’impatto di affrontare una grande squadra subendo la bellezza di 7 gol contro un’Inter che era partita piuttosto bene. Ricordiamo con piacere in quella occasione la bella doppietta di Milito, una delle ultime con la maglia nerazzurra.

Molto più dura fu la gara di ritorno, vinta di misura grazie ad un bel colpo di testa di Samuel, che andava a sbloccare un’Inter in crisi di gol e di risultati. Più o meno come quella attuale.

Ritrovato il Sassuolo ad inizio stagione di quest’anno, di nuovo abbiamo esagerato. La difesa emiliana appariva di nuovo simile ad una donna di facili costumi, ed il nostro Icardi non mancava l’occasione per comportarsi da vero playboy, segnando una bella tripletta. Non scherzava nemmeno Osvaldo con una doppietta (mi piange il cuore definirlo già ex interista), e completavano l’opera Kovacic e Guarin. Solo Palacio non ci riusciva, pur provandoci a più riprese. Comunque, 7 potevano bastare..

E stavolta cosa combineremo? Saremo esagerati o striminziti? Brillanti o squallidi?

Intanto direi di non dimenticarci che 7 sono anche i peccati capitali, alcuni dei quali dobbiamo stare attenti a non commettere. In primo luogo La SUPERBIA . Il Sassuolo sarà anche una squadretta e noi uno squadrone, ma intanto la differenza tra noi e loro è solo di un punto in classifica. Però non dobbiamo nemmeno cadere nell’ACCIDIA, la tentazione di scoraggiarci dopo gli ultimi risultati e prestazioni, o magari nell’IRA, cominciando ad arrabbiarci a vanvera. Piuttosto, eccediamo nella GOLA, e se possiamo facciamoci una bella abbuffata di gol, questa Domenica all’ora di pranzo. Ne avremmo bisogno.