Col Palermo ci vorrebbe Il Principe

Lo so, si dovrebbe guardare avanti e non peccare di nostalgia. Ma sfogliando le pagine dei confronti tra Inter e Palermo, non possono passare inosservati i tanti gol che Milito ha messo a segno contro i rosanero durante i suoi anni trascorsi in all’Inter. Un totale di otto in campionato ed uno in Coppa Italia.

Alcune delle partite disputate in questo periodo erano state a dir poco pazze, con risultati che parrebbero più adatti ad incontri di FIFA o PES. Prendiamo ad esempio il 4-4 del Febbraio 2012, in cui la sfida pareva essere tra il nostro Milito, autore di ben quattro reti, ed il palernitano Miccoli, che si fermò a tre. A Miccoli siamo sempre stati antipatici, a giudicare dai tanti gol che ci ha fatto. Nella partita di andata della stessa stagione, avevamo avuto un altro di questi incontri poco normali, durante il quale per due volte ci eravamo trovati a condurre, ma alla fine eravamo usciti amaramente sconfitti per 4-3. A nulla era valsa in questo caso la doppietta di Milito, a differenza di quella di Miccoli.

Un altro che mi accontenterei di avere in squadra Domenica prossima sarebbe Eto’o. In fondo segnò la bellezza di cinque reti in due stagioni a questa squadra. Nel primo degli incontri giocati partì subito con una doppietta, arrivammo a condurre per 4-0, ma forse per far divertire un pochino il pubblico pensammo bene di farci rimontare tre reti. Fortunatamente arrivo in chiusura il sigillo del principe a fissare il definitivo risultato sul 5-3. Per la cronaca, anche in quell’occasione Miccoli ce ne fece un paio.

Tra Inter e Palermo vi è stato, per una volta nella storia, persino un o scontro al vertice. Accadde nel 2006, nella stagione che portò al primo scudetto conquistato sul campo da parte di Mancini. Sino a quel momento le due squadre occupavano le prime due posizioni in classifica, e solo i siciliani parevano tener testa alla fortissima compagine nerazzurra. Ma quella sera, a casa loro, li battemmo per 2-1 con reti di Vieira ed Ibrahimovic.

Ultimamente, invece, fatichiamo un po’ a batterli. Nelle ultime tre stagioni un’unica vittoria, di misura e per di più su autorete. All’andata un pareggio, ma con un gol annullato che sembrava buono.

Comunque, siamo stati capaci di perdere col Torino dopo ventanni, siamo usciti sconfitti col Sassuolo per la prima volta nella storia. Tornare brillanti col Palermo dopo soli tre anni non dovrebbe essere così difficile. O no?